Avvelenamento da piombo

Avvelenamento da piombo

Il piombo è un veleno molto forte. Quando una persona mangia un oggetto o ne inala la polvere, alcune delle particelle possono rimanere nel corpo e causare gravi problemi di salute. Un unica elevata dose tossica di piombo può provocare gravi sintomi di emergenza. Tuttavia, è più comune che l’avvelenamento da piombo si costituisca lentamente nel tempo. Questo si verifica a causa di un’esposizione ripetuta a piccole quantità di piombo. In questo caso, non ci possono essere sintomi evidenti, ma il piombo può causare gravi problemi di salute nel tempo, come disturbi del sonno o l’abbassamento del quoziente intellettivo nei bambini.

Il piombo è molto più dannoso per i bambini rispetto agli adulti, perché può influenzare lo sviluppo di nervi e del cervello. Più il bimbo è piccolo, più il piombo può essere nocivo. I feti sono i più vulnerabili. I bambini sono a rischio perché portano alla bocca molti oggetti, ed alcuni li deglutiscono anche. Questi oggetti possono anche portare del veleno sulle dita con il contatto, che finisce nel corpo mettendo le dita in bocca o mangiando senza aver lavato le mani. I test dimostrano che molti bambini hanno troppo piombo nel sangue. Complessivamente, circa 1 su 20 in età prescolare ha alti livelli di piombo nel sangue. Ogni bambino può essere colpito, ma i bambini che vivono in città o in casa con anziani hanno maggiori probabilità di averne un livello elevato.

Il piombo più comune si trova nella benzina e nella pittura per le pareti. Il piombo è ovunque, anche nello sporco, polvere, o nei nuovi giocattoli, ma anche nelle tubature, gas di scarico, gioielli e ceramiche. Purtroppo, non si può vedere, non ha sapore o odore.

SINTOMI: Ci sono molti possibili sintomi di avvelenamento da piombo. Il piombo può influenzare diverse parti del corpo. Nel corso del tempo, anche l’esposizione a bassi livelli può provocare danni in un bambino. I possibili problemi di salute peggiorano quando il livello di piombo nel sangue diventa più alto. Possibili complicazioni includono:

  • Ridotto quoziente intellettivo;
  • Ridotta crescita fisica;
  • Problemi di udito;
  • Problemi di attenzione o nel comportamento;
  • Insuccesso scolastico;
  • Danni renali.

I sintomi di avvelenamento da piombo possono comprendere:

  • Irritabilità;
  • Comportamento aggressivo;
  • Poco appetito ed energia;
  • Disturbi del sonno;
  • Mal di testa;
  • Ridotte sensazioni;
  • Perdita di precedenti sviluppi nelle competenze (nei bambini piccoli);
  • Anemia;
  • Costipazione;
  • Crampi e dolori addominali (di solito il primo segno di un livello elevato di una dose tossica di piombo);
  • Livelli molto elevati possono causare vomito, andatura barcollante, debolezza muscolare, convulsioni o coma.

TERAPIA: È possibile ridurre l’esposizione al piombo. Considerare la seguente procedura:

  • Se si sospetta che potrebbe essere dovuta alla pittura della casa, recarsi al pronto soccorso;
  • Mantenere la casa priva di polvere il più possibile;
  • Lavarsi le mani prima di mangiare;
  • Gettare i vecchi giocattoli dipinti se non si sa se la vernice contiene del piombo;
  • Far scorrere l’acqua del rubinetto per un minuto prima di bere o cucinare con essa;
  • Se si è trovata un’alta quantità di piombo nell’acqua del rubinetto, prendere in considerazione l’installazione di un dispositivo di filtraggio efficace o passare all’acqua in bottiglia per bere e cucinare;
  • Evitare di conservare a lungo merci provenienti da paesi stranieri e controllare che le lattine siano saldate perfettamente;
  • Se il contenitore ha un foglio di piombo come involucro, pulire il cerchio ed il collo della bottiglia con un asciugamano bagnato con succo di limone, aceto o vino prima di usarlo;
  • Non conservare il vino, le bevande alcoliche, o aceto in bottiglie di cristallo al piombo per lunghi periodi di tempo.

Prima di chiamare un medico, cercate di individuare le seguenti informazioni:

  • L’età del paziente, il peso, e la condizione;
  • Il nome del prodotto o l’oggetto che si pensa sia la causa del malore;
  • La data/ora in cui è stato ingerito o inalato il prodotto;
  • L’importo ingerito o inalato.

Se qualcuno ha gravi sintomi da possibile esposizione, come vomito o convulsioni, chiamare il 118 immediatamente. Per gli altri sintomi che si ritiene possano essere causati da avvelenamento da piombo, rivolgersi al proprio medico.

La terapia di chelazione è una procedura che può rimuovere i livelli più elevati di piombo che si sono accumulati nel corpo di una persona nel corso del tempo. Nei casi in cui qualcuno abbia ingerito un elevato potenziale di dose tossica di piombo in un breve periodo di tempo, i seguenti trattamenti possono essere effettuati:

  • Lavanda gastrica;
  • Irrigazione dello stomaco con una soluzione di polietilene glicole.

DIAGNOSI: Tranne che nei casi gravi in cui qualcuno ha ricevuto una alta dose tossica, recarsi al pronto soccorso non è necessario. Contattate il medico o il dipartimento di sanità pubblica, se si ritiene possibile abbassare il livello di esposizione. Un test del piombo nel sangue può contribuire ad individuare se un problema esiste o è causato da altri fattori. Più di 10 microgrammi per decilitro di sangue sono preoccupanti. Altri test di laboratorio possono includere:

  • Livello di ferro nel sangue;
  • Coagulazione completa del sangue;
  • Protoporfirina eritrocitaria;
  • Biopsia del midollo osseo;
  • Raggi-X ad ossa lunghe e addome.

Un esame del sangue può essere necessario.

PROGNOSI: Gli adulti che hanno elevati livelli di piombo spesso recuperano senza problemi. Nei bambini, anche poco piombo può avere un impatto permanente sul quoziente intellettivo e l’attenzione. Le persone con più alti livelli di piombo hanno un maggiore rischio di avere problemi di salute di lunga durata, e devono essere seguiti attentamente. I nervi e muscoli possono essere molto interessati e possono non funzionare più molto bene. Altri sistemi del corpo possono essere danneggiati a vari gradi, come i reni e vasi sanguigni. Coloro che sopravvivono ad alti livelli tossici possono subire qualche danno cerebrale permanente. I bambini sono più vulnerabili a gravi problemi a lungo termine. Completare il recupero dall’avvelenamento da piombo cronico può richiedere mesi o anni. I sintomi di intossicazione cronica possono svilupparsi nel corso di un periodo di settimane o mesi.

Fonti: [Bleecker ML, et al. Effetti differenziali di piombo esposizione su componenti di memoria verbale. Occup Environ Med. 2005; Chen A, Dietrick, KN, Ware, JH, et al. QI e del Sangue di piombo da 2 a 7 anni di età: sono gli effetti nei bambini più grandi il residuo di alta concentrazioni di piombo nel sangue 2-Year-Olds? Environ Health Perspect. Maggio 2005; http://health.nytimes.com/health; Tong S, et al. Piombo esposizione ambientale: un problema di salute pubblica di dimensioni globali. Bull World Health Organ. 2000; Wright RO, et al. Associazione tra la carenza di ferro e di piombo nel sangue di un livello di analisi longitudinale dei bambini seguiti in una clinica di cure primarie urbano. J Pediatr. 2003]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento