Sindrome di Asherman

Sindrome di Asherman

La sindrome di Asherman è la formazione di aderenze intrauterine, che in genere derivano da cicatrici che si sviluppano dopo l’intervento chirurgico all’utero.

CAUSE: La sindrome di Asherman è una condizione rara. Nella maggior parte dei casi, si verifica nelle donne che hanno avuto diverse dilatazioni e procedure chirurgiche. Una grave infezione pelvica susseguente ad un intervento chirurgico può anche portare alla sindrome di Asherman. Le aderenze intrauterine possono anche formarsi dopo l’infezione da tubercolosi o da schistosomiasi. Queste infezioni sono rare, e le complicanze connesse a tali infezioni sono anche meno comuni.

SINTOMI: Le adesioni possono causare amenorrea (assenza di mestruazioni), aborti ripetuti, e infertilità. Tuttavia, questi sintomi potrebbero essere correlati a condizioni diverse. È più probabile che i sintomi della sindrome si verifichino improvvisamente dopo un intervento chirurgico all’utero.

DIAGNOSI: Un esame pelvico è di solito comune. Gli esami possono comprendere:

  • Esami del sangue per individuare la tubercolosi o la schistosomiasi;
  • Isteroscopia;
  • Valutazione dell’infertilità;
  • Ecografia transvaginale.

TERAPIA: Il trattamento prevede un intervento chirurgico per tagliare e rimuovere le aderenze o il tessuto cicatriziale. Questo di solito può essere fatto con l’isteroscopia, che utilizza strumenti di piccole dimensioni ed una fotocamera inserita nell’utero attraverso la cervice. Dopo che il tessuto cicatriziale è stato rimosso, la cavità uterina, deve rimanere aperta per evitare alle aderenze di tornare. Il vostro medico potrà mettere un palloncino all’interno dell’utero per diversi giorni e prescrivere la terapia estrogenica sostitutiva, mentre il rivestimento uterino guarisce. Il trattamento antibiotico può essere necessario se vi è un’infezione.

Lo stress della malattia può essere spesso aiutato partecipando ad un gruppo di sostegno in cui membri condividono esperienze e problemi comuni.

PROGNOSI: La sindrome di Asherman può essere curata nella maggior parte delle donne con la chirurgia, anche se a volte più di una procedura sarà necessaria. Le donne che sono infertili a causa della sindrome di Asherman possono avere delle gravidanze dopo essere guarite, ma questo dipende dalla gravità della malattia e dalla difficoltà della terapia, nonché da altri fattori che incidono sulla fertilità e la gravidanza.

Possibili complicazioni della chirurgia sono rare e includono il sanguinamento, perforazione dell’utero e infezione pelvica. In alcuni casi, il trattamento della sindrome di Asherman non può curare l’infertilità.

Contattare un medico se il vostro ciclo mestruale non ritorna dopo una procedura ginecologica o ostetrica. Una valutazione per l’infertilità è anche giustificata, se non siete in grado di ottenere una gravidanza dopo 6-12 mesi di tentativi.

PREVENZIONE: La maggior parte dei casi di sindrome di Asherman non può essere prevista o impedita.

Fonti: [Kodaman PH, Arici A. adesioni intra-uterine e l’esito della fertilità: come ottimizzare il successo? Current Opinion in Ostetricia e Ginecologia. 2007; http://health.nytimes.com/health/]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento