ABIS Agips (Amlodipina besilato)

ABIS, Agips

CATEGORIA: Farmaci antianginosi, antipertensivi e calcioantagonisti

FORMA FARMACEUTICA: Compresse

PRINCIPI ATTIVI: amlodipina besilato

INDICAZIONI: Indicato nel trattamento dell’ ipertensione. L’ amlodipina è indicata nel trattamento di primo impiego dell’ angina pectoris, sia nei casi dovuti a stenosi cronica (angina stabile), e/o in quelli conseguenti a vasocostrizione o vasospasmo coronarico (angina di Prinzmetal o variante). L’ amlodipina può quindi essere usata nei casi in cui il quadro clinico suggerisce una possibile componente vasospastica anche se non vi sono evidenti conferme di tale situazione clinica. L’ amlodipina può essere usata in monoterapia, o in associazione con altri farmaci antianginosi, in pazienti con angina refrattaria al trattamento con nitrati o con beta-bloccanti. In alcuni casi, ad esempio nei pazienti non adeguatamente controllati con un solo antipertensivo possono trarre beneficio dall’ aggiunta di amlodipina. Il farmaco è stato infatti usato in associazione con diuretici tiazidici, beta-bloccanti o inibitori dell’ enzima di conversione. Sia per l’ ipertensione che per l’angina, la dose iniziale consigliata è di 5 mg di ABIS (amlodipina) una volta al di’. Non sono richiesti aggiustamenti particolari dei dosaggi in associazione con altri farmaci. La somministrazione nei pazienti che presentano problemi epatici e renali richiede invece un adattamento del dosaggio in base alal risposta individuale. Utilizzare sotto stretto controllo medico.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI: Ipersensibilita’ accertata al principio attivo e/o ad uno qualsiasi degli eccipienti.  Non somministrare in gravidanza e durante l’allattamento. Nei pazienti con compromessa funzionalità renale ed epatica è necessario un aggiustamento del dosaggio ed il monitoraggio dei relativi valori. Tra gli effetti collaterali comunemente riscontrati vi sono nausea, dolori addominali, cefalea, tosse, rinite, alterazione del gusto, palpitazioni, capogiri, ansia, sonnolenza, rash cutanei. Nel caso di manifestazioni di medio-alta gravità o sintomi persistenti è necessario consultare il medico. Il prodotto non è adatto ad essere utilizzato nei pazienti in età pediatrica. Verificare eventuali interazioni prima di somministrare Abis in concomitanza con altre specialità farmaceutiche.

NOTE: I calcioantagonisti sono dei farmaci capaci di inibire l’ingresso di calcio nelle cellule del cuore, delle arterie coronariche e dei vasi periferici. Essi sono capaci di ridurre sia il carico di lavoro del cuore che la pressione arteriosa ed  inoltre agiscono come vasodilatatori. Questi farmaci vengono utilizzati nella terapia dell’aritmia, dell’ipertensione arteriosa, dello scompenso cardiaco e dell’insufficienza coronarica. I calcio antagonisti comprendono 3 gruppi di molecole classificate secondo un ordine decrescente di specificitàe comprendono i farmaci di prima generazione, come Nifedipina, Diltiazem, Verapamil, Gallopamil e composti invece di seconda generazione soprattutto appartenenti alla classe delle diidropiridine e comprendenti: amlodipina, felodipina, isradipina, lacidipina, nicardipina, nimodipina, nisoldipina.

Altri farmaci: Praxada, Coumadin, Sintrom.

[Fonti principali: AAVV, PagineSanitarie.com, AAVV, Xapedia.com, AAVV, Sanihelp.it ]

*Per ulteriori informazioni leggere il foglietto illustrativo. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento