Ascesso intra-addominale

Ascesso intra-addominale

Un ascesso intra-addominale è un accumulo di liquido infetto e pus all’interno della zona della pancia (o cavità addominale). Ci possono essere anche più ascessi.

CAUSE: Un ascesso intra-addominale può essere causato da un appendice rotta, rottura del diverticolo, un parassita delle infezioni intestinali (Entamoeba histolytica), o qualche altra condizione. I fattori di rischio includono una storia di appendicite, diverticolite, ulcera perforata, o qualsiasi intervento chirurgico che può aver infettato la cavità addominale.

SINTOMI: A seconda del luogo intaccato, i sintomi possono includere:

  • Dolore addominale e distensione;
  • Brividi;
  • Diarrea;
  • Febbre;
  • Mancanza di appetito;
  • Nausea;
  • Mollezza o pienezza rettale;
  • Vomito;
  • Debolezza.

DIAGNOSI: Un esame del sangue completo può mostrare un conteggio superiore al normale di globuli bianchi. Una scansione TC del ventre di solito basta per mostrare un ascesso intra-addominale. Dopo la scansione, un ago può essere inserito attraverso la pelle nella cavità dell’ascesso per confermare la diagnosi e la terapia necessaria. Altri test possono includere:

  • Raggi-X addominali;
  • Test di funzionalità epatica;
  • Ecografia della zona del ventre.

A volte un intervento chirurgico chiamato laparotomia può essere necessario per diagnosticare questa condizione.

TERAPIA: Il trattamento di un ascesso intra-addominale richiede antibiotici e drenaggio. Il drenaggio comporta l’immissione di un ago attraverso la pelle fino all’ascesso, di solito grazie all’orientamento tramite i raggi-X. Il drenaggio dura per giorni o settimane fino a quando l’ascesso non passa. Occasionalmente, gli ascessi non possono essere completamente drenati in questo modo. In tali casi, la chirurgia deve essere eseguita mentre il paziente è sotto anestesia generale. Un taglio è effettuato nella zona della pancia, e l’ascesso è prosciugato e pulito.

PROGNOSI: Le prospettive di guarigione dipendono dall’origine dell’ascesso che causa il dolore e l’entità dell’infezione. Generalmente, il drenaggio è il miglior trattamento per gli ascessi intra-addominali che non sono diffusi. Possibili complicazioni includono:

  • Ritorno dell’ascesso;
  • Rottura di un ascesso;
  • Diffusione dell’infezione al sangue;
  • Una molteplicità di infezioni.

Contattare un medico se si hanno gravi dolori addominali, febbre, nausea, vomito, o cambiamenti nelle abitudini intestinali.

Fonti; [Fry RD, Mahmoud N, Maron J, HM Ross, J. Rombeau colon e del retto. In: CM Townsend, RD Beauchamp, BM Evers, KL Mattox, eds. Sabiston Textbook of Surgery. 18a ed. St. Louis, Mo: WB Saunders, 2008; http://health.nytimes.com/health/; Marrero F, MA Qadeer, Lashner BA. Gravi complicanze della malattia infiammatoria intestinale. Med Clin North Am. Maggio 2008]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento