Asma

Asma

L’asma è una malattia infiammatoria delle vie aeree, che provoca attacchi di affanno, mancanza di respiro, costrizione toracica, e tosse.

CAUSE: L’asma è causato da infiammazione dell’apparato respiratorio. Quando un attacco d’asma si verifica, i muscoli che circondano le vie aeree si stringono e si ingrossano. Questo riduce la quantità di aria che può passare da lì e può portare a suoni simili ad un sibilo. La maggior parte degli ammalati di asma subiscono attacchi separati in diversi periodi. Alcuni pazienti sentono la mancanza di respiro sempre più spesso. In altri la semplice tosse può essere il sintomo principale. Attacchi di asma possono durare minuti e si ripetono per più giorni, ma possono diventare pericolosi se il flusso d’aria è fermato da forti restringimenti dell’apparato respiratorio.

In individui sensibili può essere attivato anche da una reazione allergica nella respirazione, causata da particolari sostanze (chiamate allergeni). Altre cause possono essere infezioni respiratorie, aria troppo fredda, fumo di tabacco e altri inquinanti, lo stress, determinati i prodotti alimentari, allergie o uso di droga. Aspirina e altri farmaci non-steroidei anti-infiammatori possono provocare asma in alcuni pazienti. Molte persone ammalate di asma hanno un familiare con allergie alle spalle, come febbre da fieno (rinite allergica) o eczema.

SINTOMI: Il sintomo principale è il sibilo che di solito inizia improvvisamente e può essere in serie o in episodi. Può essere peggiore di notte o nelle prime ore del mattino, con l’aria fredda, sotto sforzo, con bruciore di stomaco (reflusso), tosse con o senza catarro. Può manifestarsi anche con ritiri intercostali (tirando la pelle tra le costole durante la respirazione). Si ha un’emergenza quando:

  • Si ha estrema difficoltà di respirazione;
  • Colorito bluastro delle labbra e del viso;
  • Grave ansia a causa della mancanza di respiro;
  • Rapide pulsazioni;
  • Sudorazione;
  • Diminuzione del livello di coscienza, come la grave sonnolenza o confusione, nel corso di un attacco d’asma.

Ulteriori sintomi che possono essere associati a questa malattia sono fuoriuscite nasali, dolore toracico respirazione irregolare o che si arresta temporaneamente.

DIAGNOSI: Test allergici possono essere utili per identificare gli allergeni in pazienti con asma persistente. Con un esame con lo stetoscopio un medico può auscultare suoni correlati con l’asma, ma questo non sempre accade.

I test principali possono includere:

  • Test di funzionalità polmonare;
  • Misurazioni del flusso di picco;
  • Radiografia del torace
  • Esami del sangue, tra cui si contano gli eosinofili (un tipo di globuli bianchi);
  • Esame delle arterie.

TERAPIA: Lo stress causato dalla malattia può essere spesso eliminato entrando in contatto con un gruppo di sostegno, i cui membri hanno in comune esperienze e problemi. La cura è volta ad evitare allergeni noti e irritanti e a controllare i sintomi e l’infiammazione delle vie aeree tramite farmaci. Ci sono due tipi di farmaci per il trattamento di asma: uno per il controllo a lungo termine utilizzato per regolare e prevenire gli attacchi, ma non per il trattamento durante un attacco. I più comuni sono:

  • Steroidi per inalazione (ad esempio, Azmacort, Vanceril, AeroBid, Flovent) per impedire l’infiammazione;
  • Leucotrieni inibitori delle proteasi (come Singulair e Accolate);
  • Anti-IgE terapia (Xolair), un farmaco somministrato a pazienti con asma più grave;
  • Broncodilatatori con azione a lunga durata (come Serevent) che contribuiscono ad aprire vie respiratorie;
  • Sodio cromolyn (INTAL) o nedocromil;
  • Aminofillina o teofillina.

I farmaci utilizzati durante un attacco, solo per un rapido sollievo o anche per il salvataggio del paziente sono: broncodilatatori ad azione di breve durata (più comuni come inalatori), come Proventil, Ventolin, Xopenex, e altri; corticosteroidi, come il prednisone o metilprednisolone somministrato per via orale o in una vena.

Le persone con asma lieve possono utilizzare farmaci per un rapido sollievo se necessario. Un grave attacco d’asma richiede una valutazione medica e può richiedere un soggiorno in ospedale, con ossigeno, e flebo. Il picco di flusso può aiutare le misurazioni per mostrare quando i farmaci sono necessari, o se qualche altra azione deve essere intrapresa.

PROGNOSI: Non vi è alcuna cura per l’asma, anche se a volte i sintomi diminuiscono nel corso del tempo. Con una corretta gestione e cure mediche, la maggior parte delle persone con asma possono condurre una vita normale.

PREVENZIONE: I sintomi dell’asma possono essere sostanzialmente ridotti evitando allergeni respiratori noti (peli di animali, polvere, polline, ecc.). Importante anche tenere i bambini non esposti al fumo di sigaretta, all’inquinamento atmosferico, polveri industriali e fumi irritanti.

Fonte: [Linee guida per la diagnosi e la gestione di Asma – Aggiornamento su temi selezionati 2002. Bethesda, MD. Giugno 2003. Programma per la prevenzione e istruzione nazionale; http://health.nytimes.com]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

4 commenti su “Asma”

Lascia un commento