Azoospermia

Azoospermia

L’azoospermia è la totale assenza di spermatozoi nel liquido seminale, da non confondere con la criptozoospermia, cioè la presenza di meno di mezzo milione di spermatozoi per millilitro, o con l’aspermia, cioè la mancanza completa di produzione di sperma. Può essere di due modi: ostruttiva (lo sperma si crea ma non raggiunge il liquido seminale per problemi fisici), o non-ostruttiva (ci sono problemi nella produzione dello sperma).

CAUSE: Se si tratta di un caso ostruttivo, le cause devono essere ricercate in malattie fisiche diverse che possono restringere od ostruire i dotti deferenti, l’uretra o l’epididimo; le cause non ostruttive possono essere genetiche. Una causa esterna può essere un effetto collaterale ad un farmaco a base di androgeni. Altre cause possono essere l’immaturità di alcune cellule germinali.

DIAGNOSI: La prima verifica avviene in laboratorio, in cui il liquido si analizza al microscopio a 400 ingrandimenti e con la centrifugazione. Altri esami diagnostici possono essere:

  • Spermiogramma;
  • Anamnesi del paziente (domande sulla storia clinica);
  • Analisi del criptorchidismo;
  • Analisi del volume dell’eiaculato;
  • Analisi dello scroto;
  • Analisi di casi precedenti in famiglia;
  • Ecografia;
  • Indagini endocrinologiche.

TERAPIA: Con l’intervento chirurgico vengono guariti il 100% dei pazienti con azoospermia ostruttiva e il 15% di quelli con azoospermia non-ostruttiva. Numerose tecniche di microchirurgia sono allo studio per risolvere il problema che sta diventando sempre meno ostico. Una di queste, la più diffusa, è la cosiddetta MicroTESE, la quale consiste in un intervento in cui il chirurgo opera con un microscopio per individuare il punto esatto dove intervenire. Con questa tecnica si guariscono mediamente il 60% dei pazienti.

PROGNOSI: In genere tutto si risolve in un paio di giorni di ricovero ospedaliero, più altri due di convalescenza a casa. Si può riprendere a lavorare in meno di una settimana.

Fonti: [http://www.mammeonline.net/; http://it.wikipedia.org/; http://www.istitutoises.it/]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento