BACACIL Rottapharm (Bacampicillina)

BACACIL, RottaPharm

CATEGORIA: Farmaci antibatterici ed inibitori delle beta-lattamasi, pennicilline

FORMA FARMACEUTICA: Compresse

PRINCIPI ATTIVI: Bacampicillina

INDICAZIONI: Indicato come terapia per un numero notevole di infezioni dovute a ceppi sensibili di batteri gram-positivi e gram-negativi. Ad esempio, Bacacil è utilizzato per infezioni del basso apparato respiratorio: bronchite e polmonite da ceppi sensibili di pneumococco, streptococco, stafilococco non penicillinasi produttore ed H. influenzae, faringite, tonsillite, otite media, sinusite, laringite ed epiglottite da ceppi sensibili di Streptococco beta-emolitico, Stafilococco non penicillinasi produttore, pneumococco ed H. influenzae. Infezioni dell’ apparato genito-urinario: cistite acuta e ricorrente, uretrite, pielonefrite, prostatite da ceppi sensibili di E. coli, Enterococco, Stafilococco non penicillinasi produttore, Proteus mirabilis e Neisseria gonorrhoeae. Infezioni della pelle e dei tessuti molli: impetigine, erisipela, piodermite, cellulite, ascessi e ferite traumatiche e postoperatorie, da ceppi sensibili di Stafilococco non penicillinasi produttore, Streptococco ed Enterococco. Infezioni intestinali, da ceppi sensibili di Shigella e Salmonella (inclusa la S. typhosa). Infezioni odontostomatologiche acute e croniche sostenute da germi sensibili.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI: Ipersensibilità al principio attivo e/o ad uno dei suoi eccipienti.  Reazioni avverse ad altre cefalosporine.  Non è consigliato assumere il medicinale  contemporaneamente al disulfiram. Come per altri prodotti appartenenti alla categoria delle penniciline, ci si possono aspettare reazioni secondarie limitate essenzialmente a fenomeni di sensibilità. Tali reazioni si verificano più facilmente in soggetti con una anamnesi positiva per allergia, asma, febbre da fieno, orticaria. Sono state riferite, associate all’ uso di penicilline ad ampio spettro attive per via orale, le seguenti reazioni secondarie: glossite, stomatite, dolore epigastrico, nausea, vomito, diarrea. In studi clinici controllati l ‘incidenza di diarrea con Bacacil (Bacampicillina) è stata circa un decimo di quella con ampicillina orale. L’uso prolungato di penicilline, può favorire lo sviluppo di microorganismi non sensibili, inclusi i funghi, che richiede l’ adozione di adeguate misure terapeutiche. L’utilizzo contemporaneo di allopurinolo ed ampicillina può fare aumentare la percentuale di reazioni cutanee di tipo esantematico. Non somministrare in gravidanza ed allattamento se non in caso di necessità e sotto stretto controllo medico.

NOTE: La bacampicillina è un profarmaco che, una volta assorbito, viene completamente idrolizzato ad ampicillina e  condivide perciò con quest’ultima meccanismo e spettro d’azione. La bacampicillina, al pari delle altre penicilline, esercita la sua attività battericida inibendo alcune funzioni metaboliche essenziali per la sintesi della parete cellulare batterica. Presenta uno spettro d’azione identico a quello dell’ampicillina risultando attiva contro numerosi germi Gram-positivi e Gram-negativi quali: streptococchi, enterococchi, E. coli, Haemophilus influenzae, Proteus mirabilis, Neisseria gonorrhoeae, Shigella e Salmonella.

Altri farmaci: Timotin, Flucef, Flucinal, Augmentin, Clavulin, Neoduplamox, Bacattiv, Bacillin, Bakam, Campixen

[Fonti principali: AAVV, InformazionisuiFarmaci.it; AAVV, MedicineLab.com; AAVV, Xagena.it]

*Per ulteriori informazioni leggere il foglietto illustrativo. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento