BETELIS Ibsa Farmaceutici (Betametasone valerato)

BETELIS, Ibsa Farmaceutici

CATEGORIA: Farmaci corticosteroidi

FORMA FARMACEUTICA: Cerotto medicato incolore

PRINCIPI ATTIVI: Betametasone valerato

INDICAZIONI: Indicato per il trattamento dell affezioni cutanee di origine infiammatoria che non rispondono al trattamento con corticosteroidi meno potenti, come eczemi, lichenificazioni, lichen planus, granuloma anulare, pustolosi palmare e plantare, mycosis fungoides. Per la particolarità della sua forma farmaceutica Betesil è adatto per la psoriasi cronica a placche localizzata in zone difficili da trattare (es.ginocchio, gomito e faccia anteriore della tibia per un’area non superiore al 5% della superficie corporea). Applicare un cerotto medicato 1 volta al giorno sulla zona cutanea da trattare. Non superare la dose massima giornaliera di sei cerotti medicati e la durata massima di trattamento di 30 giorni. L’applicazione di un nuovo cerotto medicato deve essere ripetuta ogni 24 ore e si consiglia di far intercorrere un intervallo di almeno 30 minuti tra un’applicazione e quella successiva.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI: Ipersensibilità accertata a uno dei componenti. No utilizzare in presenza di infezioni cutanee tubercolari e virali (comprese pustole vacciniche, herpes zoster ed herpes simplex). Non applicare il prodotto su lesioni essudative ed infezioni cutanee primarie ad eziologia fungina o batterica.
Non impiegare Betesil in presenza di acne, acne rosacea, dermatite periorale, ulcere cutanee, ustioni e congelamenti. Betesil non va applicato sul viso. L’applicazione, soprattutto se prolungata, di prodotti per uso topico può dare origine a fenomeni di sensibilizzazione. Sono stati, inoltre, riportati casi di atrofia cutanea per trattamenti della durata di tre settimane. In caso di intolleranza al farmaco, ad esempio comparsa di irritazione cutanea o dermatite da contatto durante la terapia, è necessario interrompere l’applicazione ed iniziare una terapia idonea. Altri disturbi comunemente riscontrati sono dermatite da contatto, ipersensibilità, edema, porpora, strie atrofiche, disidratazione della cute, desquamazione, fragilità capillare, irritazione, ipertricosi, iperestesia, dermatite periorale, bruciore o sensazione di stiramento, follicolite, ipopigmentazione. Non utilizzare nei pazienti al di sotto di 18 anni.

NOTE: I farmaci per uso topico (cioè locale) vengono applicati direttamente sulla pelle o sulle membrane mucose (orale, nasale, rettale, vaginale, congiuntivale) ed esercitano un effetto locale. I preparati usati abitualmente a tale scopo sono le pomate, preparati dalla consistenza semisolida che, a seconda della natura degli eccipienti, prendono il nome di polveri, creme, unguenti, gel o paste.
Tuttavia, recentemente si stanno diffondendo sempre di più prodotti  adatti per la somministrazione per via topica nella formulazione di cerotti transdermici, ovvero piccole strisce adesive, di forme diverse, contenenti principi attivi che vengono rilasciati e assorbiti dalla pelle (Es. l’anticoncezionale Evra). Esistono due tipi di cerotti transdermici: il cerotto “piatto” che rilascia il farmaco per un periodo breve (di regola non più di 2-3 giorni) e il cerotto con “serbatoio” per il farmaco, quindi dotato di spessore che rilascia la sostanza attiva per un periodo più lungo (una settimana o anche più).

Altri corticorsteroidi: Dermocortal, Ecoval, Cortical, Gentamicina, etc

[Fonti principali: AAVV, Farmacievita.it; AAVV, Studio MedicoTorrino.it, AAVV, MedicineLab.it]

*Per ulteriori informazioni leggere il foglietto illustrativo. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento