BISOLVON Boeringher Ingelheim (Bromexina Cloridato)

BISOLVON, Boeringher Ingelheim

CATEGORIA: Mucolitico – espettorante

FORMA FARMACEUTICA: Compresse, compresse solubili, sciroppo, soluzione orale

PRINCIPI ATTIVI: Bromexina Cloridato

INDICAZIONI: Indicato nel trattamento delle turbe della secrezione (per esempio presenza di tosse e catarro) nelle affezioni respiratorie acute e croniche.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI: Ipersensibilita’ nota al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti. In gravidanza deve essere usato solo dopo aver consultato il medico e aver valutato con lui il rapporto rischio/beneficio nel proprio caso. Non deve essere usato durante l’allattamento.

NOTE: I mucolitici sono farmaci che servono a favorire l’espettorazione, riducendo così la vischiosità delle secrezioni che si creano in particolari condizioni, dalle più comuni come ad esempio il raffreddamento, ma anche nelle patologie più severe come nelle bronchiti e sinusiti. Sopratutto in questi casi, la mancata eliminazione delle secrezioni catarrali potrebbe comportare l’insorgere di infezioni. Molto spesso ai primi utilizzi si avverte un peggioramento del problema dovuto al fatto che il medicinale ha proprio la funzione di sciogliere il catarro. La reale efficacia si manifesta, quindi, in seguito ad un trattamento di maggiore durata di circa 10/15 giorni, e per tale motivo viene di solito affiancato ad un altro prodotto antistaminico o antinfiammatorio.  Sul mercato, oltre il Bisolvon, troviamo Fluimucil, Lisomucil, Sinecod Tosse, Fluifort ed altri, che hanno tutti la stessa funzione ma impiegano un attivo diverso.

[Fonti principali: AAVV, paginesanitarie.com, AAVV Guida Uso Farmaci, AVV Dica33.it]

*Per ulteriori informazioni leggere il foglietto illustrativo. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento