Botulismo infantile

Botulismo infantile

Il botulismo infantile è una malattia potenzialmente letale in cui il batterio Clostridium botulinum cresce nel bambino all’interno del tratto gastrointestinale.

CAUSE: Il Clostridium botulinum è un organismo di formazione di spore molto comune in natura. Le spore possono essere trovate nel terreno ed in alcuni prodotti alimentari (come il miele e alcuni sciroppi di mais). Il botulismo infantile si verifica soprattutto nei neonati tra le 6 settimane e i 6 mesi di età. E’ capitato anche che si sia verificato prima dei 6 giorni e mai oltre un anno. I fattori di rischio includono l’ingerimento di miele, prodotti provenienti da un terreno contaminato, e se il bambino evacua meno di una volta al giorno per un periodo superiore ai 2 mesi.

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Il respiro si ferma o rallenta;
  • Costipazione;
  • Abbassamento parziale delle palpebre;
  • Il bambino appare flaccido;
  • Il bambino non sorride;
  • Perdita del controllo della testa;
  • Paralisi che si estende verso il basso;
  • Scarsa alimentazione e debolezza;
  • Insufficienza respiratoria;
  • Stanchezza o letargia;
  • Pianto debole.

DIAGNOSI: Il medico dovrà effettuare un esame fisico. Il medico può notare un diminuito tono muscolare, la mancanza o la diminuzione del sorriso riflesso, scomparsi o diminuiti riflessi tendinei profondi, e palpebre pendenti. Un campione di feci del bambino possono essere esaminate per verificare la presenza di tossina botulinica o batteri. L’elettromiografia si può fare per aiutarlo a capire la differenza tra i problemi neurologici e muscolari.

TERAPIA: La globulina immune di botulismo è il principale trattamento per questa patologia. I neonati che ricevono questo tipo di terapia hanno una permanenza in ospedale più breve e vedono subito diminuire la gravità della malattia. Ogni bambino deve ricevere la terapia di supporto durante il recupero. Ciò include:

  • Garantire una corretta alimentazione (assegnata dal pediatra);
  • Mantenere le vie respiratorie pulite;
  • Tenere d’occhio i problemi respiratori.

Se si sviluppano dei problemi respiratori, la respirazione artificiale, compreso l’uso di un apparecchio meccanico, può essere necessaria. Gli antibiotici non sembrano aiutare il bambino a migliorare più velocemente, e non sono necessari a meno che un’altra infezione batterica, come la polmonite, si sviluppa.

PROGNOSI: La piena guarigione è prevista con il riconoscimento precoce e la terapia di supporto. Possibili complicazioni possono essere la morte o l’invalidità permanente se la malattia non è curata per tempo. Un’altra complicazione può essere l’insufficienza respiratoria, che richiede l’assistenza con la ventilazione meccanica. Contattare un medico immediatamente se il bambino ha i sintomi del botulismo poiché il botulismo infantile può essere un pericolo per la vita.

PREVENZIONE: In teoria, la malattia potrebbe essere evitata prevenendo l’esposizione alle spore. Poiché il miele e lo sciroppo di mais sono le fonti di spore del Clostridium, essi non dovrebbero essere somministrati a bambini con meno di 1 anno di età.

Fonte: [http://health.nytimes.com/health/]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento