Bronchiectasia

Bronchiectasia

La bronchiectasia è la distruzione e l’ampliamento delle vie aeree di grandi dimensioni. Se la condizione è presente alla nascita, si chiama bronchiectasia congenita; se si sviluppa più tardi nella vita, si chiama bronchiectasia acquisita.

CAUSE: La bronchiectasia è spesso causata da infiammazioni o infezioni ricorrenti delle vie respiratorie. Più spesso inizia nell’infanzia come complicanza di un’infezione o inalazione di un corpo estraneo. La fibrosi cistica provoca circa la metà di tutti i casi di bronchiectasia. Ricorrenti infezioni polmonari gravi (polmonite, tubercolosi, infezioni fungine), difese polmonari anomale e l’ostruzione delle vie aeree a causa di un corpo estraneo o di un tumore sono alcuni dei fattori di rischio. La condizione può essere causata anche dal respirare regolarmente particelle di cibo mentre si mangia.

SINTOMI: I sintomi spesso si sviluppano a poco a poco, e si possono verificare mesi o anni dopo l’evento che causa la bronchiectasia. Essi possono includere:

  • Colore della pelle bluastro;
  • Alito cattivo;
  • Tosse cronica con grandi quantità di espettorato maleodorante;
  • Ippocratismo digitale (allargamento delle dimensioni delle dita);
  • Tosse con sangue;
  • Tosse che peggiora quando si sta sdraiati su un lato;
  • Stanchezza;
  • Pallore;
  • Respiro affannoso, che peggiora con l’esercizio fisico;
  • Perdita di peso;
  • Dispnea.

DIAGNOSI: Quando si ascolta il petto con uno stetoscopio, il medico può ascoltare piccoli rumori come di bolle, dispnea, stridore, o altri suoni, di solito nei lobi inferiori dei polmoni. Gli esami possono comprendere:

  • Test precipitina Aspergillosi (per controllare i segni del fungo aspergillosi);
  • Radiografia del torace;
  • Tomografia Computerizzata del torace;
  • Cultura dell’espettorato;
  • Emocromo (CBC);
  • Test cutaneo per verificare una precedente infezione da tubercolosi;
  • Siero elettroforesi immunoglobulina;
  • Test del sudore o altri esami per la fibrosi cistica.

TERAPIA: Il trattamento è volto a controllare le infezioni e le secrezioni bronchiali, sollevando le ostruzioni delle vie aeree, e prevenendo le complicanze. Regolari drenaggi ogni giorno per rimuovere le secrezioni bronchiali sono una parte del trattamento di routine. Un terapista respiratorio può mostrare al paziente esercizi che aiuteranno con la tosse.

Antibiotici, broncodilatatori ed espettoranti sono spesso prescritti per le infezioni. Un intervento chirurgico per asportare il polmone può essere necessario se la medicina non funziona o se il paziente ha sanguinamenti massicci.

PROGNOSI: Con la terapia, la maggior parte dei pazienti può condurre una vita normale senza disabilità gravi. Possibili complicazioni possono essere:

  • Cor polmonare;
  • Tosse con sangue;
  • Bassi livelli di ossigeno;
  • Polmonite recidivante.

Contattare un medico se:

  • Il dolore toracico o la dispnea peggiora;
  • Vi è un cambiamento di colore o nella quantità di tosse, il catarro è molto o ci sono tracce di sangue;
  • Altri sintomi peggiorano o non migliorano con il trattamento.

PREVENZIONE: Il rischio può essere ridotto se le infezioni polmonari sono curate prontamente. Le vaccinazioni dell’infanzia ed un vaccino contro l’influenza ogni anno contribuiscono a ridurre la possibilità di alcune infezioni. Evitare le infezioni delle vie respiratorie, il fumo e l’inquinamento può anche ridurre il rischio di infezione.

Fonti: [Barker AF. Bronchiectasie, atelettasia, cisti, e disturbi polmonari localizzati. In: Goldman L, Ausiello D, eds. Cecil Medicine. 23a ed. Philadelphia, PA: Saunders Elsevier, 2007; http://health.nytimes.com/health/]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento