Cisti branchiale

Cisti branchiale

Una cisti branchiali è un grumo che si sviluppa nel collo o appena sotto la clavicola. Si tratta di un tipo di difetto congenito.

CAUSE: La cisti branchiale si forma durante lo sviluppo dell’embrione. Esse si verificano quando i tessuti del collo e la zona della clavicola (schisi branchiale) non riescono a svilupparsi normalmente. Il difetto di nascita può essere visualizzato come spazi aperti chiamati seni leporini, che si possono sviluppare su uno o entrambi i lati del collo. Una cisti branchiale può formarsi dal liquido drenato da un seno. La cisti o seno può essere infettata.

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Piccoli buchi, pezzi o appendici cutanee ai lati del collo, o appena sotto la clavicola;
  • Drenaggio del fluido da un buco sul collo.

DIAGNOSI: Il pediatra sarà in grado di diagnosticare questa condizione con un esame fisico. Nessun altro test di solito è necessario.

TERAPIA: Una cisti branchiale o seni infetti richiedono un trattamento antibiotico. Se ci sono problemi persistenti con drenaggio o infezioni, eventuali cisti deve essere rimosse chirurgicamente.

PROGNOSI: La maggior parte delle cisti branchiali non richiedono alcun trattamento. Se l’intervento chirurgico è necessario, i risultati sono generalmente buoni. Possibili complicazioni possono essere l’infezione della cisti o del seno.

Contattare un medico se si nota un piccolo buco, o fessura nel collo o nella spalla superiore del bambino, soprattutto se esce del liquido da questa zona.

Fonti: [Rakel RE. Textbook of Family Practice. 6 ª ed. Philadelphia, PA: WB Saunders; 2005; http://health.nytimes.com/health/; Noble J. Textbook of Primary Care Medicine. 3a ed. St. Louis, Mo: Mosby]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento