Debolezza

Debolezza

Si intende per debolezza una riduzione nella forza di uno o più muscoli. La debolezza può essere generalizzata (debolezza corporea totale) o localizzata ad un solo settore, lato del corpo, un punto in particolare, o muscolare. E’ più grave quando è localizzata, perché può seguire ad un ictus, un’ustione o una lesione. La debolezza può essere oggettiva o soggettiva.

  • Soggettiva: ci si sente debole, ma non vi è una misurabile perdita di forza;
  • Oggettiva: vi è una perdita di forza misurabile osservata nel corso di un esame fisico.

Una sensazione soggettiva di debolezza può essere associata a malattie infettive come l’influenza e la mononucleosi.

CAUSE: La debolezza misurabile puo derivare da una varietà di condizioni tra cui metaboliche, neurologiche, malattie muscolari primarie, e disturbi tossici.

Cause metaboliche:

  • La malattia di Addison;
  • Iperparatiroidismo;
  • Livelli bassi di sodio o di potassio;
  • Tirotoxicosi.

Cause neurologiche:

  • Sclerosi laterale amiotrofica;
  • Blocco intestinale;
  • Paralisi cerebrale;
  • Sindrome di Guillain-Barré;
  • Sclerosi multipla;
  • Danni ai nervi;
  • Infarto.

Cause muscolari:

  • Distrofia muscolare di Becker;
  • Dermatomiositi;
  • Distrofia muscolare di Duchenne;
  • Distrofia miotonica.

Cause tossiche:

  • Botulismo;
  • Avvelenamento da organofosfati (insetticidi, gas nervino, ecc.);
  • Paralisi dovuta ad avvelenamento.

Altre cause:

  • Anemia;
  • Miastenia grave;
  • Poliomelite.

TERAPIA: A seconda della causa della debolezza, ci sarà un trattamento diverso e non paragonabile ad un altro. Contattare un medico se si hanno:

  • Prolungata ed inspiegabile debolezza;
  • Improvvisa debolezza, in particolare quando si hanno altre condizioni, come la febbre;
  • Improvvisa debolezza a seguito di una malattia virale;
  • Debolezza in una zona del corpo.

DIAGNOSI: Il medico esaminerà il fisico e porrà domande sulla vostra storia medica ed i sintomi. Egli indagherà anche sui cosiddetti fattori aggravanti, cioè se la debolezza peggiora in uno di questi casi:

  • Attività fisica;
  • Riposo;
  • Fame;
  • Fatica;
  • Dolore;
  • Stress

O se al contrario uno di questi casi allevia la condizione. Un esame fisico può comprendere particolare attenzione al cuore, polmoni, e alla ghiandola tiroidea. Se vi è una zona particolare che sentite debole, l’esame si concentrerà sulle funzioni muscolari e nervose. I test diagnostici che possono essere effettuati includono:

  • Gli esami del sangue per malattie autoimmuni;
  • Gli esami del sangue come un CBC e gli elettroliti;
  • La puntura lombare;
  • Risonanza magnetica o TAC della testa e della colonna vertebrale;
  • Biopsia muscolare;
  • Studi di conduzione dei nervi;
  • Test di funzionalità tiroidea;
  • Analisi delle urine.

Fonti: [Olney RK. Debolezza, disturbi del movimento, e squilibrio. In Kasper DL, Braunwald E, Anthony S. Fauci AS, eds. Harrison’s Internal Medicine. 16a ed. New York, NY: McGraw-Hill, 2005; http://health.nytimes.com/health/]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

1 commento su “Debolezza”

Lascia un commento