Dolore al collo (torcicollo)

Dolore al collo (torcicollo)

Il dolore al collo può iniziare in una qualsiasi delle zone del collo. Queste includono i muscoli e i nervi, ma anche le vertebre della colonna vertebrale e l’ammortizzazione tra i dischi. Il dolore al collo può anche provenire da regioni in prossimità del collo, come la spalla, mandibola, testa, e braccia. Quando il collo è dolente, si possono avere delle difficoltà a muoversi, soprattutto su un lato. Molte persone lo chiamano torcicollo.

Se il dolore al collo comporta problemi ai nervi (per esempio, spasmi muscolari, pizzicore significativo su un nervo o un disco premendo su un nervo), si può sentire intorpidimento, formicolio, o debolezza nel braccio, nella mano, o altrove.

CAUSE: Una causa comune di dolore al collo è un infortunio o tensioni muscolari. Di solito, le attività quotidiane sono da tenere sotto controllo. Tali attività comprendono stare seduti ad una scrivania per ore, cattiva postura davanti alla televisione o durante la lettura, tenere il monitor del computer troppo alto o troppo basso, dormire in una posizione scomoda, o torcendo eccessivamente il collo mentre si fa un esercizio fisico.

Incidenti traumatici o cadute possono provocare gravi lesioni al collo come fratture vertebrali, colpo di frusta, lesioni dei vasi sanguigni, e, addirittura, la paralisi. Altre cause includono ernia del disco, la fibromialgia (dolore in tutto il corpo), e l’artrite. La meningite, anche se molto meno comune, può causare notevoli rigidità del collo.

TERAPIA: Se si ha un comune dolore al collo:

  • Prendere acetaminofene o ibuprofene;
  • Applicare il ghiaccio o una fonte di calore sulla zona dolorosa. Un buon metodo è quello di utilizzare il ghiaccio per le prime 48-72 ore, poi sostituirlo con il calore. Questo può essere applicato con docce calde o impacchi caldi;
  • Eseguire una lenta serie di esercizi di movimento di sollevamento, da lato a lato muovendo delicatamente i muscoli del collo;
  • Farsi fare dei massaggi delicatamente sulla parte dolente;
  • Provare a dormire su un materasso senza un cuscino o con uno speciale cuscino per il collo.

Contattare un medico se si ha la febbre e mal di testa e il collo è rigido in modo che non si può toccare il petto con il mento. Questo può essere un sintomo della meningite. Recarsi dal medico se:

  • I sintomi non vanno via in una settimana con la cura a casa;
  • Si hanno intorpidimento, formicolio, o debolezza del braccio o della mano;
  • Il dolore è stato causato da una caduta o un colpo, o se non è possibile spostare il braccio corrispondente alla parte dolente;
  • Si ha gonfiore delle ghiandole del collo;
  • Il dolore non va via con regolari dosi di antidolorifici;
  • Si hanno difficoltà nella deglutizione o nella respirazione.

DIAGNOSI: Il medico eseguirà un esame fisico e farà domande dettagliate sul dolore al collo. I test diagnostici che possono essere effettuati sono:

  • Raggi X del collo;
  • TAC del collo o del capo;
  • Esami del sangue, per controllare la tiroide;
  • Analisi del liquido cerebrospinale, se si sospetta meningite;
  • A volte, una risonanza magnetica del collo.

Se il dolore è dovuto a spasmi muscolari o ad un nervo schiacciato, il medico può prescrivere una terapia rilassante muscolare e, eventualmente, un antidolorifico più potente. Farmaci con prescrizione non sono necessariamente migliori di quelli da banco. Il medico può prescrivere un collare al collo o, se vi sono danni ai nervi, consultare un neurologo o neurochirurgo. Se si sospetta una meningite, ci sarà bisogno del ricovero per ulteriori accertamenti e per capire quali antibiotici prescrivere. Se il problema riguarda la tiroide (a causa, ad esempio, di un nodulo nella parte anteriore del collo), saranno necessari esami specifici.

PREVENZIONE: I metodi per prevenire il dolore al collo possono essere:

  • Utilizzare tecniche di rilassamento e regolare esercizio fisico per evitare stress e tensione dei muscoli del collo;
  • Imparare esercizi di stretching per il collo e la parte superiore del corpo. Farli ogni giorno, soprattutto prima e dopo l’esercizio fisico;
  • Se si tende ad avere dolore al collo per gli esercizi, applicare ghiaccio sul collo, dopo l’attività fisica;
  • Utilizzare una buona postura, soprattutto se ci si siede davanti ad una scrivania per tutto il giorno. Tenere la schiena appoggiata. Regolare il monitor del computer a livello degli occhi;
  • Se si lavora ad un computer, muovere ogni ora il collo;
  • Utilizzare un auricolare quando si telefona, soprattutto se il telefono cellulare si utilizza per tante ore al giorno;
  • Durante la lettura alla scrivania, tenere il foglio al livello degli occhi;
  • Valutare le condizioni del sonno. Assicurarsi che il cuscino sia corretto e comodo. Potrebbe essere necessario uno speciale cuscino per il collo;
  • Utilizzare le cinture di sicurezza ed il casco in moto per prevenire gli infortuni.

Fonti: [H Kasch, Bach FW, Stengaard-Pedersen K, Jensen TS. Sviluppo e nel dolore neurologico denunce dopo colpo di frusta: A 1-anno studio prospettico. Neurology. 2003; Devereaux MW. Dolore al collo. Prim Care. 2004; http://health.nytimes.com/health; Phero JC. Farmacologiche di gestione di testa e dolore al collo. Otolaryngol Clin North Am. 2003]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento