Dolore al polso

Dolore al polso

Il dolore al polso è sia il dolore che un semplice disagio del polso, il quale, se non trattato, potrebbe tramutarsi in una condizione più grave e causare il vero e proprio dolore.

CAUSE: La sindrome del tunnel carpale è la causa più comune del dolore al polso. Si può sentire dolore, bruciore, intorpidimento o formicolio nel palmo, polso, pollice, o dita. Il muscolo del pollice può diventare debole, il che rende difficile prendere qualsiasi oggetto. Il dolore può estendersi fino al gomito. La sindrome del tunnel carpale si verifica quando un nervo (chiamato nervo mediano) viene compresso sul polso a causa del gonfiore. Tale gonfiore può verificarsi se:

  • Si fa un ripetitivo movimento con il polso come digitare sulla tastiera di un computer, usare il mouse, giocare a tennis, cucire, dipingere, scrivere, o utilizzare uno strumento che vibra;
  • Durante la gravidanza, menopausa, o in sovrappeso;
  • Si ha il diabete, sindrome premestruale, un problema alla tiroide, o l’artrite reumatoide.

Dolore e gonfiore con ecchimosi è spesso un segno di infortunio. I segni di una possibile rottura comprendono deformazioni delle articolazioni delle ossa e l’incapacità di spostare il polso, la mano, o anche un dito. Altre cause comprendono distorsione, compressione, tendiniti e borsiti. L’artrite è un’altra causa comune di dolore, gonfiore e rigidità. Ci sono molti tipi di artrite. L’artrosi si verifica con l’età e l’abuso. L’artrite reumatoide colpisce generalmente entrambi i polsi. L’artrite psoriasica accompagna la psoriasi. L’artrite infettiva è una emergenza medica. I segni di un’infezione comprendono arrossamento e calore del polso, febbre superiore a 38 gradi, ed una recente malattia. Altri comuni cause di dolore al polso comprendono:

  • Gotta (si produce troppo acido urico. Esso si inserisce nelle articolazioni, piuttosto che essere espulso nelle urine);
  • Pseudogotta (si tratta di depositi di calcio nelle articolazioni, di solito i polsi o le ginocchia, che causa dolore, arrossamento e gonfiore.

TERAPIA: Per la sindrome del tunnel carpale, potrebbe essere necessario apportare modifiche alle proprie abitudini di lavoro e nell’ambiente circostante:

  • Assicurarsi che la tastiera sia abbastanza bassa in modo che i polsi non si flettano verso l’alto mentre si digita;
  • Fare delle pause durante l’attività;
  • Un terapista occupazionale è in grado di insegnare modi per alleviare il dolore ed il gonfiore e di bloccare il ritorno della sindrome;
  • Analgesici come ibuprofene o naproxene possono alleviare il dolore e il gonfiore;
  • Diversi mouse, touchpad, tastiere e stecche per il polso sono progettati per alleviare il dolore al polso;
  • Si può avere bisogno di indossare un tutore durante la notte. Questo aiuta a ridurre il gonfiore. Se questo non è sufficiente, indossare le stecche durante il giorno e applicare impacchi caldi o freddi periodicamente.

Per un recente infortunio:

  • Far riposare il polso, tenendolo elevato;
  • Applicare ghiaccio alla zona del gonfiore;
  • Prendere medicinali come ibuprofene o acetaminofene;
  • Indossare una stecca per molti giorni.

Per l’artrite non infettiva:

  • Fare esercizi per la flessibilità e il rafforzamento ogni giorno. Lavorare con un terapista fisico per imparare le migliori e più sicure tecniche per il vostro polso;
  • Provare gli esercizi dopo un bagno caldo o una doccia in modo tale che il polso sia riscaldato e meno rigido;
  • Non eseguire esercizi quando il polso è attivamente infiammato;
  • Assicurarsi riposo adeguato di tutta la giuntura.

Contattare un medico se:

  • Non si è in grado di muovere il polso, la mano o un dito;
  • Il polso, mano, o dita sono deformi;
  • C’è un sanguinamento significativo;
  • Si ha la febbre superiore a 38° C;
  • Si ha uno sfogo cutaneo;
  • Si ha gonfiore e arrossamento del polso a seguito di una recente malattia (come un virus o altre infezioni);
  • Si ha gonfiore, arrossamento o rigidità in uno o entrambi i polsi;
  • Si ha intorpidimento, formicolio, o debolezza del polso, mano o dita con dolore;
  • Si è persa massa muscolare nel polso, mano, o dita;
  • Si è seguito uno dei trattamenti fai-da-te per due settimane, ma si avverte ancora dolore.

DIAGNOSI: Il medico eseguirà un esame fisico, che può comprendere un esame dei polsi e delle mani, e porrà domande sui sintomi, sui farmaci provati, sulle abitudini e sulla storia medica del paziente. I test diagnostici che possono essere eseguiti sono una radiografia, se il medico sospetta la gotta, o pseudogotta, potrebbe trarre dal fluido dal polso da esaminare al microscopio. Possono essere prescritti farmaci anti-infiammatori, iniezione di steroidi, chirurgia o altri farmaci in casi più gravi.

PREVENZIONE: Per prevenire la sindrome del tunnel carpale:

  • Regolare la tastiera in modo che non si debba piegare il polso verso l’alto durante la digitazione;
  • Fare frequenti pause da attività che richiedono un movimento del polso;
  • Lavora con un terapista occupazionale.

Per prevenire la gotta:

  • Limitare l’alcool;
  • Perdere peso se si è in sovrappeso;
  • Bere molta acqua;
  • Mangiare quantità inferiori di fegato, acciughe, sardine e aringhe.

Fonti: [Viera AJ. La gestione del sindrome del tunnel carpale. Am Fam Physician. 2003; Padova L. sindrome del tunnel carpale in gravidanza: Multiperspective follow-up dei casi non trattati. Neurology. 2002; http://health.nytimes.com/health/M American Academy of chirurghi ortopedici (AAOS). AAOS orientamento clinico su polso dolore – fase I. Rosemont, IL: American Academy di chirurghi ortopedici, 2002]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento