Enfisema

Enfisema

Enfisema polmonare è una malattia che comporta danni agli alveoli polmonari.

CAUSE: Il fumo di sigaretta è la causa più comune di enfisema. Il fumo di tabacco e di altri inquinanti provocano il rilascio di sostanze chimiche che finiscono dentro i polmoni, danneggiando le pareti degli alveoli. Nel corso del tempo i danni peggiorano. Le persone con questa malattia non riescono a riempire di aria i polmoni e di conseguenza non arriva abbastanza fornitura di ossigeno al corpo. Una sostanza naturale che si trova nei polmoni, chiamata alfa 1-antitripsina, può proteggere contro tale danno. Persone con un deficit di questa sostanza sono esposte ad un aumento del rischio di contrarre questa malattia.

SINTOMI: I più frequenti sono:

  • Fiato corto;
  • Tosse cronica, con o senza produzione di catarro;
  • Sibilo
  • Diminuzione delle capacità di esercizio fisico;
  • Ansia;
  • Involontaria perdita di peso;
  • Gonfiore a caviglia, piedi e gambe;
  • Affaticamento.

DIAGNOSI: Un esame fisico può mostrare sibilo, diminuzione dei suoni del respiro e prolungata espirazione (l’espirazione è più di due volte più a lunga dell’inspirazione). Il torace può essere ricurvo. Ci possono essere i segni di insufficienti livelli di ossigeno nel sangue. I test che aiutano a confermare la diagnosi sono:

  • Test di funzionalità polmonare;
  • Radiografia del torace;
  • Esame del sangue arterioso che mostra bassi livelli di ossigeno nel sangue (ipossiemia), e alti livelli di biossido di carbonio (acidosi respiratoria);
  • Ventilazione polmonare;
  • Scansione al torace.

TERAPIA: La cessazione dell’abitudine al fumo è la più importante ed efficace cura. Solo smettere di fumare può arrestare la progressione del danno polmonare, una volta che è cominciata. Farmaci utilizzati per migliorare la respirazione includono broncodilatatori, diuretici e corticosteroidi. Possono essere prescritti antibiotici quando si verificano infezioni respiratorie, o anche vaccini contro l’influenza e polmonite.

La riabilitazione polmonare può aiutare a migliorare la tolleranza e la qualità della vita nel breve termine. In casi gravi si può ricorrere al trapianto del polmone o ad un intervento chirurgico di riduzione del polmone stesso. Questa procedura rimuove la porzione danneggiata del polmone, per consentire alle altre porzioni normali di espandersi più facilmente e trarre vantaggio da una maggiore aerazione.

PROGNOSI: La prognosi è determinata in larga misura dalla iniziale mancanza di respiro, esercizi per la tolleranza e dai risultati dei test di funzionalità polmonare (spirometria). Ci possono essere delle complicazioni come:

  • Ricorrenti infezioni respiratorie;
  • Ipertensione polmonare;
  • Malformazioni polmonari;
  • Aumento dei globuli rossi.

Fonte: [http://health.nytimes.com]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento