Febbre

Febbre

Normalmente la temperatura del corpo varia in base alla persona, all’età, all’attività che si svolge in un determinato momento e all’ora del giorno. La media della temperatura corporea normale è 37 ° C. Nei bambini di età inferiore ai 6 mesi ogni giorno la variazione è piccola; dai 6 mesi ai 2 anni, la variazione giornaliera è di circa 1 grado e aumentano gradualmente fino a 2 gradi al giorno per 6 anni. La temperatura corporea varia di meno negli adulti. Tuttavia, una donna con il ciclo mestruale può elevare la temperatura di 1 grado o più. La temperatura corporea è di solito più alta di sera e può essere elevata durante l’attività fisica, con una forte emozione, mangiando tanto, con un abbigliamento pesante, farmaci, alta temperatura ambientale e molta umidità, soprattutto nei bambini. La temperatura rettale fino a 38 ° C può essere del tutto normale, ma a 38,5 è considerata febbre. Anche la bassa temperatura potrebbe essere considerata febbre, a seconda della persona.

La febbre non è una malattia. Lungi dall’essere un nemico, è una parte importante della difesa immunitaria contro le infezioni. Molti neonati e bambini sviluppano la febbre alta con malattie virali. Con la febbre ci sono segnali che ci potrebbe essere una battaglia in corso nel corpo contro un’infezione. La maggior parte dei batteri e virus che causano le infezioni nelle persone prosperano a 37 gradi e aumentano la temperatura di pochi gradi. Inoltre, la febbre attiva il sistema immunitario e fa produrre più globuli bianchi, anticorpi, e altri agenti di lotta contro l’infezione. Molti genitori temono che la febbre causi danni al cervello. Danni cerebrali da febbre in genere non si verificano a meno che la febbre non sia superiore ai 42 ° C. E’ possibile anche che la febbre fermi lo sviluppo in casi rari che vanno oltre i 42,5 gradi e non sono curati.

Nella grande maggioranza dei bambini, non provoca convulsioni. Tuttavia, esse possono capitare con una febbre alta. Anche se le infezioni sono le più comuni cause di aumento della temperatura corporea, la febbre può avere una lunga lista di altre cause, comprese le tossine, il cancro e le malattie autoimmuni. Il calore è un particolare tipo di causa, perché il corpo non è in grado di fermare la temperatura che continua a salire. Può succedere quando un bambino viene lasciato in una macchina calda o quando si esercita strenuamente senza bere abbastanza. A volte la causa può non essere spiegabile.

CAUSE: Le più comuni sono:

  • Bronchite acuta;
  • AIDS e infezione da HIV;
  • Cancro;
  • Raffreddori o malattie simil-influenzali;
  • Malattia vascolare, le malattie reumatoidi e disordini autoimmuni;
  • Infezioni all’orecchio;
  • Eccesso di calore (nei bambini soprattutto);
  • Malattia di Hodgkin;
  • Mononucleosi infettiva;
  • Malattia infiammatoria intestinale;
  • Artrite reumatoide giovanile;
  • Leucemia;
  • Medicinali (come gli antibiotici, antistaminici, barbiturici, e farmaci per la pressione arteriosa alta);
  • Neuroblastoma;
  • Linfoma non-Hodgkin;
  • Polmonite;
  • Appendicite;
  • Tubercolosi;
  • Meningite;
  • Periartrite nodosa;
  • Enterite regionale;
  • Problemi alla gola;
  • Lupus eritematoso sistemico;
  • Colite ulcerosa;
  • Infezioni delle vie respiratorie superiori (come tonsillite, faringite o laringite);
  • Infezioni del tratto urinario;
  • Infezioni virali e batteriche;
  • Gastroenterite virale o gastroenterite batterica.

DIAGNOSI: Il medico eseguirà un esame fisico, che può comprendere un esame della pelle, occhi, orecchie, naso, gola, collo, petto e addome per cercare la causa della febbre. Il medico può porre domande sulla durata e i sintomi della febbre. I seguenti test diagnostici possono essere effettuati:

  • Esame del sangue;
  • Analisi delle urine;
  • Raggi-X del torace.

TERAPIA: Se la febbre è lieve e non sono presenti altri problemi, non è richiesto alcun trattamento medico. Basta bere molti liquidi e riposare. Prendere provvedimenti per abbassare la febbre, se c’è disagio, vomito, disidratazione, o si ha difficoltà a dormire. L’obiettivo è quello di ridurre, non eliminare, la febbre. Quando si cerca di ridurre la febbre:

  • Eliminare l’eccesso di indumenti o coperte. L’ambiente deve essere comodo e fresco. Se la stanza è calda, un ventilatore può aiutare;
  • Un bagno tiepido o una spugna bagnata possono aiutare a raffreddare qualcuno con la febbre. Ciò è particolarmente efficace dopo che viene somministrato un farmaco;
  • Non fare bagni freddi o strofinamenti con alcool. Questi raffreddano la pelle, ma spesso peggiorano la situazione provocando brividi;
  • Bere liquidi moderatamente freddi.

I medicinali più comuni sono:

  • Acetaminofene e ibuprofene contribuiscono a ridurre la febbre nei bambini e negli adulti;
  • L’aspirina è molto efficace per il trattamento della febbre negli adulti. Non dare l’aspirina ai bambini a meno che non sia specificamente indicato dal medico;
  • Non utilizzare alcun tipo di farmaco per ridurre la febbre nei bambini sotto i 3 mesi di età senza prima contattare un medico.

Se si hanno delle vampate di calore, spostare il paziente in una zona non calda. Tamponare la persona con acqua tiepida. Dare liquidi se la persona è vigile. Se il calore è la causa della febbre, i farmaci non possono abbassare la temperatura corporea e possono anche essere nocivi.

Contattare un medico immediatamente se:

  • Un bambino con meno di 90 giorni ha una temperatura rettale di 38 ° C o superiore;
  • Un bambino da 3 a 12 mesi di età ha una febbre di 39 ° C o superiore;
  • Un bambino di età inferiore a 2 anni di età ha una febbre che dura più di 24-48 ore;
  • Una febbre dura più di 72 ore per i bambini più grandi e adulti;
  • La febbre, anche tra gli adulti, supera i 40.5 ° C, a meno che non scenda facilmente con i medicinali e la persona stia bene;
  • Vi sono altri sintomi preoccupanti come irritabilità, confusione, difficoltà di respirazione, torcicollo, incapacità di spostare un braccio o una gamba o si ha per la prima volta un attacco epilettico;
  • Ci sono altri sintomi che suggeriscono una malattia che dev’essere curata, come ad esempio un mal di gola, mal d’orecchio, o tosse;
  • Si pensa di aver ecceduto con il dosaggio di acetaminofene o ibuprofene.

Fonti: [American College of Physicians di emergenza clinica pediatrica Sottocommissione Politica per la febbre. Politica clinica per i bambini di età inferiore ai tre anni presentati al pronto soccorso con la febbre. Ann Emerg Med. 2003; J. Roth aspetti molecolari di febbre e ipertermia. Clin Neurol. 2006; http://health.nytimes.com/health/; Goldman L, Ausiello D. Cecil Textbook of Medicine, 23a ed. Philadelphia, Pa: Saunders Elsevier, 2007; Behrman RE. Nelson Textbook of Pediatrics. 17a ed. Philadelphia, Pa: WB Saunders, 2004]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

2 commenti su “Febbre”

Lascia un commento