Granuloma inguinale

Granuloma inguinale

Il granuloma inguinale è una malattia a trasmissione sessuale abbastanza rara.

CAUSE: Il granuloma inguinale è causato dal batterio Calymmatobacterium granulomatis. La malattia è comunemente presente nelle aree tropicali e subtropicali, come India, Guyana e la Nuova Guinea, ma occasionalmente si presenta anche in Occidente. Ci sono non più di un centinaio di casi segnalati ogni anno in Europa. La malattia si diffonde principalmente attraverso il rapporto vaginale o anale. Molto raramente si diffonde durante il sesso orale. Gli uomini sono colpiti due volte di più rispetto alle donne, e la maggior parte delle infezioni si verificano nelle persone di età compresa tra i 20 e i 40 anni. La malattia è rara tra i bambini e gli anziani.

SINTOMI: Circa il 50% degli infetti hanno lesioni nella zona anale. Una piccola ferita rossa appare sui genitali o intorno all’ano. La pelle gradualmente si logora, si lacera e si trasforma in un nodulo vellutato chiamato “tessuto di granulazione“. Essi sono in genere indolori, ma sanguinano facilmente se urtati. La malattia si diffonde lentamente e distrugge il tessuto dei genitali. Il danneggiamento dei tessuti può diffondersi alle pieghe inguinali, fino alla zona in cui le gambe si congiungono con il busto. I genitali e la cute circostante perdono colore. Nelle sue fasi iniziali, può essere difficile capire la differenza tra granuloma inguinale e il cancroide. In fasi successive, il granuloma inguinale può presentarsi come tumore genitale avanzato, linfogranuloma venereo, e amebiasi cutanea anogenitale.

DIAGNOSI: Il granuloma inguinale deve essere preso in considerazione se le lesioni genitali sono presenti per molto tempo e si sono diffuse. Le prove che possono essere effettuate includono:

  • Raschiatura o biopsia della lesione;
  • Analisi del campione di tessuto.

Esami di laboratorio, come ad esempio quelli utilizzati per individuare la sifilide, sono disponibili solo su una base di ricerca per la diagnosi del granuloma inguinale.

TERAPIA: Sono utilizzati principalmente gli antibiotici per curare il granuloma inguinale. Una completa guarigione richiede una terapia di non breve tempo, mediamente intorno alle 3 settimane, ma può essere anche prolungata fino a quando le lesioni non sono completamente guarite. Un controllo di routine è essenziale perché la malattia può ripresentarsi dopo un apparente successo della cura.

PROGNOSI: Il precoce trattamento di questa malattia riduce la probabilità di distruzione dei tessuti o della comparsa di cicatrici. Possibili complicazioni sono:

  • Genitali distrutti o con cicatrici;
  • Perdita del colore della pelle nella zona genitale;
  • Gonfiore genitale permanente a causa delle cicatrici.

Contattare un medico nel caso in cui si ha avuto contatto sessuale con una persona che è affetta da granuloma inguinale, o se si sviluppano sintomi simili a quelli sopra elencati.

PREVENZIONE: Pratiche di sesso sicuro prevengono la diffusione del granuloma inguinale, così come altre malattie sessualmente trasmissibili.

Fonti: [Keck JW. lesioni ulcerose. Clin Fam Pract. 2005 Mar; Rackel RE, Bope ET. Granuloma inguinale. In: Conn corrente della Terapia 2005. 57a ed. St Louis, MO: Saunders; 2005; http://health.nytimes.com/health/]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento