Insufficienza epatica

Insufficienza epatica

L’insufficienza epatica si manifesta tramite l’ostruzione della vena epatica, quella che trasporta il sangue al fegato.

CAUSE: L’ostruzione della vena epatica impedisce che il sangue scorra fuori dal fegato e torni al cuore. Questo blocco può causare danni al fegato. L’insufficienza può essere causata da un grumo (tumore) o per un coagulo (trombo) all’arteria. Nella maggior parte dei casi, è causata da condizioni di coaguli di sangue come:

  • Anomala diffusione di cellule di midollo osseo;
  • Tumori;
  • Infiammazioni croniche o malattie autoimmuni;
  • Infezioni;
  • Problemi di coagulazione del sangue ereditari o acquisiti;
  • Contraccettivi orali e gravidanza.

SINTOMI: I più probabili sono:

  • Dolore sul lato destro del ventre;
  • Vomito con sangue;
  • Ingiallimento della pelle (ittero).

DIAGNOSI: Uno dei segni principali è il gonfiore del ventre dovuto all’accumulo di liquidi (ascite). I test includono:

  • Tomografia Computerizzata o Risonanza Magnetica del ventre;
  • Biopsia epatica;
  • Test di funzionalità epatica;
  • Ecografia del fegato.

TERAPIA: Il trattamento varia a seconda della causa del blocco. Le cure mediche che possono essere effettuate sono:

  • Farmaci per il diradamento del sangue (anticoagulanti);
  • Trattamento trombolitico;
  • Terapia per la malattia del fegato, compresa l’ascite.

Trattamenti chirurgici:

  • Angioplastica e stent;
  • Tamponamento transgiugulare intraepatico portosistemico;
  • Altri interventi chirurgici.

Possibili complicazioni possono essere l’ostruzione della vena epatica che può peggiorare e portare ad insufficienza epatica. Queste complicazioni possono essere pericolose per la vita.

Contattare un medico se:

  • Ci sono sintomi di ostruzione della vena epatica;
  • Se sono in corso terapie per questa condizione e lo sviluppo di nuovi sintomi.

Fonti: [Zimmerman MA, Cameron AM, Ghobrial RM. Budd-Chiari sindrome. Clin Liver Dis. 2006; http://health.nytimes.com/health/]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento