Ipogonadismo

Ipogonadismo

L’ipogonadismo si ha quando le ghiandole sessuali producono poco o nessun ormone. Negli uomini, le ghiandole (gonadi) sono i testicoli, nelle donne le ovaie.

CAUSE: La causa dell’ipogonadismo può essere “primaria” o “centrale“. Nell’ipogonadismo primario, le ovaie o i testicoli non funzionano correttamente. Alcune cause comprendono:

  • Alcune malattie autoimmuni;
  • Disturbi genetici dello sviluppo;
  • Infezioni;
  • Malattie renali o al fegato;
  • Radiazioni;
  • Chirurgia.

Le più comuni malattie genetiche che provocano ipogonadismo primitivo sono la sindrome di Turner (nelle donne) e la sindrome di Klinefelter (negli uomini). Nell’ipogonadismo centrale, i centri del cervello che controllano le gonadi (ipotalamo e ipofisi) non funzionano correttamente. Alcune cause comprendono:

  • Emorragia;
  • Problemi genetici;
  • Infezioni;
  • Carenze nutrizionali;
  • Eccesso di ferro (Emocromatosi);
  • Radiazioni;
  • Rapida e significativa perdita di peso;
  • Chirurgia;
  • Trauma;
  • Tumori.

La causa genetica dell’ipogonadismo centrale che produce anche l’incapacità di sentire gli odori è la sindrome di Kallmann (nei maschi). I più comuni tumori ipofisari che interessano la zona sono craniofaringioma (nei bambini) e prolactinoma (negli adulti).

SINTOMI: Nelle donne, l’ipogonadismo durante l’infanzia si tradurrà in mancanza di mestruazioni, e nello sviluppo del seno e dell’altezza. Se si verifica dopo la pubertà, i sintomi includono perdita delle mestruazioni, bassa libido, vampate di calore, e la perdita di peli sul corpo. Nei maschi l’ipogonadismo infantile causa mancanza di barba, scarso sviluppo muscolare e problemi di crescita. Negli uomini le solite denunce sono disfunzioni sessuali, diminuzione di barba e peli sul corpo, l’allargamento della mammella, e la perdita muscolare.

Se c’è un tumore cerebrale (ipogonadismo centrale) vi possono essere mal di testa o perdita visiva, o altri sintomi di carenze ormonali (come l’ipotiroidismo). Nel caso del tumore pituitario più comune, il prolactinoma, potrebbe esserci una perdita di latte dalla mammella. Le persone con anoressia nervosa e coloro che sono sottoposti ad una rapida ed estrema perdita di peso, oppure che hanno subito un intervento chirurgico di bypass gastrico, sono a rischio di ipogonadismo centrale.

DIAGNOSI: I test che possono essere effettuati sono il controllo del livello degli estrogeni (donne) e il livello di testosterone (uomini), nonché il livello di FSH e LH, gli ormoni prodotti dalla ghiandola pituitaria che stimolano le gonadi. Altre prove possono includere un livello della tiroide, spermatozoi, livello di prolattina (ormone del latte), esami del sangue per l’anemia, ferro, e l’analisi genetica. A volte è necessario effettuare uno screening, come ad esempio gli ultrasuoni delle ovaie. Se si sospetta una malattia ipofisaria, una Risonanza Magnetica o una TAC del cervello possono essere fatte.

TERAPIA: Medicinali a base di ormoni sono disponibili per gli uomini e le donne, sotto forma di pillola o di cerotto. Per le donne che non hanno avuto la rimozione dell’utero, la combinazione di trattamento con estrogeni e progesterone è spesso raccomandata per diminuire le probabilità di sviluppare il cancro endometriale. Inoltre, la bassa dose di testosterone può essere aggiunta per le donne con ipogonadismo, che hanno un basso desiderio sessuale. In alcune donne, le iniezioni o pillole possono essere utilizzate per stimolare l’ovulazione. Le iniezioni di ormoni ipofisari possono essere utilizzate per aiutare i pazienti maschi a produrre gli spermatozoi. In altri casi, la chirurgia e la radioterapia possono essere necessari.

PROGNOSI: Molte forme di ipogonadismo sono potenzialmente curabili e hanno una buona possibilità di guarigione. Possibili complicazioni possono essere (nelle donne) infertilità. La menopausa è una forma di ipogonadismo che avviene naturalmente e può provocare vampate di calore, secchezza vaginale, irritabilità e crollo dei livelli degli estrogeni. Il rischio di osteoporosi e di malattie cardiache aumenta dopo la menopausa. Alcune donne scelgono di intraprendere la terapia estrogenica, in particolare coloro che hanno menopausa precoce. Tuttavia, vi è un piccolo ma significativo aumento del rischio di cancro al seno ed, eventualmente, le malattie cardiache con l’uso della terapia ormonale per il trattamento dei sintomi della menopausa. Negli uomini l’ipogonadismo porta alla perdita di desiderio sessuale e può causare debolezza, impotenza, infertilità, e l’osteoporosi. Gli uomini normalmente soffrono di un certo calo di testosterone con età, ma non è così drammatico come la ripida diminuzione degli ormoni sessuali che avviene nelle donne.

Consultare il medico se si nota la perdita delle mestruazioni, caduta del seno, problemi di gravidanza, vampate di calore (donne), impotenza, perdita di peli sul corpo, debolezza, allargamento della mammella (uomini), problemi con il desiderio sessuale, mal di testa o problemi visivi.

PREVENZIONE: Mantenere il peso corporeo normale e sane abitudini alimentari per prevenire l’anoressia nervosa. Altre cause non possono essere prevenute.

Fonti: [Sigman M, Jarow JP. Infertilità maschile. In: Wein AJ, ed. Campbell-Walsh Urology. 9a ed. Philadelphia, PA: Sauders Elsevier, 2007; Molitch ME. Pituitario anteriore. In: Goldman L, Ausiello D, eds. Cecil Medicina. 23a ed. Philadelphia, Pa: Saunders Elsevier, 2007; http://health.nytimes.com/health/; Swerdloff RS, Wang C. Il testicolo maschile e la funzione sessuale. In: Goldman L, Ausiello D, eds. Cecil Medicina. 23a ed. Philadelphia, Pa: Saunders Elsevier, 2007; Bianco PC. Disturbi della differenziazione sessuale. In: Goldman L, Ausiello D, eds. Cecil Medicina. 23a ed. Philadelphia, Pa: Saunders Elsevier, 2007]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

1 commento su “Ipogonadismo”

Lascia un commento