Linfoma di Burkitt

Linfoma di Burkitt

Il linfoma di Burkitt è una forma di crescita molto rapida del linfoma non-Hodgkin.

CAUSE: Questo tipo di tumore è stato scoperto nei bambini in alcune parti dell’Africa, ma si verifica anche nel resto del mondo. Il linfoma di Burkitt del tipo africano è strettamente associato con il virus di Epstein-Barr (EBV), la principale causa di mononucleosi infettiva. La forma del Nord America del linfoma di Burkitt, non è legata alla EBV. La maggior parte dei casi avvengono nei maschi.

SINTOMI: Il linfoma di Burkitt possono prima essere avvertiti come un gonfiore dei linfonodi (ghiandole) nel collo, inguine, sotto la mandibola o sotto il braccio. Questi nodi linfatici gonfi sono spesso indolori, ma possono crescere molto rapidamente. Nei tipi più comuni il nodulo di solito inizia nella zona della pancia. La malattia può anche iniziare nelle ovaie, testicoli, cervello e midollo spinale. I sintomi includono:

  • I nodi che crescono insieme formando un grumo;
  • Nodi duri;
  • Rapida crescita dei linfonodi;
  • Ingrossamento inspiegabile dei linfonodi.

DIAGNOSI: Il medico effettuerà:

  • Biopsia del midollo osseo;
  • Radiografia del torace;
  • TAC del torace, dell’addome e della pelvi;
  • Esame del liquido spinale;
  • Biopsia linfonodale;
  • PET o scansione al gallio.

TERAPIA: La chemioterapia è usata per curare questo tipo di tumore. I medicinali di uso comune comprendono il prednisone, ciclofosfamide, vincristina, citarabina, doxorubicina e metotrexato.

PROGNOSI: Più della metà dei casi di linfoma di Burkitt possono essere curati con la chemioterapia intensiva. Il tasso di guarigione può essere inferiore se il tumore si diffonde al midollo osseo o al liquido spinale. Possibili complicazioni possono essere:

  • Complicanze della terapia;
  • Diffusione del cancro.

Fonti: [Goldman L, Ausiello D, eds. Cecil Medicine. 23a ed. Philadelphia, PA: Saunders Elsevier, 2007; http://health.nytimes.com/health/]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento