Effetto steroidi, dura dieci anni dalla iniezione

di Valentina Cervelli 0

Gli steroidi sono degli ormoni particolari, che se somministrati lo devono essere per scopi ben precisi legati a patologie e sotto controllo medico. Il loro effetto può durare fino a 10 anni dopo la somministrazione a causa di un meccanismo di memoria cellulare. Lo asserisce una ricerca condotta dall’Università di Oslo.

Ricordiamo che questo tipo di terapia viene utilizzata anche per curare alcune forme di osteoporosi e l’artrite reumatoide. Lo studio, pubblicato sulla rivista di settore Journal of Physiology, è stato condotto su modello animale e per gli scienziati, il cui obiettivo finale è raggiungere un trial clinico umano, l’effetto sull’uomo sarebbe esattamente lo stesso: entrerebbe anche qui in gioco un meccanismo di memoria cellulare in grado di prolungare gli effetti degli steroidi. Partiamo da un presupposto: la medicina aveva già assodato la presenza di una memoria muscolare rispetto a questi ormoni. In questo caso si entra nello specifico perché si è dimostrato su modello animale come non si tratti solo della reazione di corpi allenati e muscolosi, ma più in generale di qualsiasi tipologia di cellula.

Il coordinatore dello studio, il dottor Kristian Gundersen, ha preso due gruppi di cavie da laboratorio: in uno, sorteggiato in modo random, ha somministrato del testosterone mentre agli altri non ha dato nulla. Dopo un periodo di tre mesi di riposo, gli animali sono stati spinti alla ripresa dell’attività fisica e la prima cosa che è stato possibile notare è stato un aumento della massa muscolare di circa il 30% in soli sei giorni rispetto al 6% dell’altro gruppo. Ovviamente per valutare l’effetto degli steroidi e la memoria delle cellule sono state fatte le giuste proporzioni rispetto alla vita ed alla fisiologia umana. Ed è emerso che gli effetti durano per l’appunto circa un decennio.

Questa scoperta ha portato ad una riflessione legata al mondo dello sport ed alle politiche anti-doping attualmente in uso. Dati i numeri raccolti non bisognerebbe rivedere al rialzo i tempi di squalifica?

Fonte | JOP
Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>