Giornata Mondiale contro il cancro infantile 15 febbraio 2014

di Redazione 0

Giornata Mondiale cancro infantile 15 febbraio 2014Domani 15 febbraio si svolge la Giornata Mondiale contro il Cancro infantile, con lo scopo di far conoscere le problematiche legate al bambino e all’adolescente colpito da tumore. L’iniziativa è promossa dall’International Childhood Cancer Parent Organisation e da FIAGOP Onlus (la Fedrazione Nazionale delle Associazioni di Genitori di bambini e adolescenti che hanno contratto tumori o leucemie), con la collaborazione di AIEOP (l’Associazione Italiana di Ematologia e Oncologia Pediatrica).

La campagna di FIAGOP è rivolta ai giovani, alle famiglie, ai medici, ma anche e soprattutto alle istituzioni e vuole sensibilizzare sul tema del tumore negli adolescenti e sulla necessità di miglioramento delle cure. Per questa categoria di malati, infatti, esiste un problema di accesso alle cure di eccellenza e di arruolamento nei protocolli clinici ottimali. Gli adolescenti e giovani adulti corrono spesso il rischio di trovarsi in una terra di nessuno, tra il mondo dell’oncologia pediatrica, dove in genere esistono limiti di età che impediscono l’accesso ai centri per pazienti maggiori di 18, 16 o anche 14 anni e il mondo dell’oncologia medica dell’adulto, dove non è diffusa in genere una specifica esperienza per curare patologie rare e particolari come quelli che insorgono in questa fascia di età.

Il risultato è che il trend di costante miglioramento in termini di sopravvivenza documentato negli ultimi anni per i bambini e per i pazienti adulti non si è osservato nei pazienti in questa fascia di età. A parità di condizione clinica (malattia e stadio), di fatto un adolescente ha minori probabilità di guarigione di un bambino, spesso in relazione alla rapidità con cui arriva alla diagnosi (ritardo diagnostico), alla qualità della cura e arruolamento nei protocolli clinici, e alle caratteristiche del centro di cura.

Inoltre, adolescenti e giovani adulti hanno bisogni complessi e peculiari, legati all’insorgenza della malattia in un momento particolarmente delicato del processo di crescita. Curare gli adolescenti significa farsi carico del paziente con un’equipe multi-specialistica, infrastrutture e servizi adeguati, progetti dedicati.

Via| FIAGOP – Federazione Italiana Associazione Genitori Oncoematologia Pediatrica Onlus; Photo Credit| Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>