Necrosi asettica

Necrosi asettica

La necrosi asettica è la morte ossea causata da una scarsità di afflusso di sangue nella zona. È più comune nell’anca, nel ginocchio e nella spalla.

CAUSE: La necrosi asettica si verifica quando la parte dell’osso non ottiene più il sangue e muore. Dopo un po’ di tempo, l’osso si rompe. Se questa condizione non viene curata, il danno osseo peggiora. Alla fine, la parte sana delle ossa può collassare. La necrosi asettica può essere causata da una malattia o un trauma grave, come una rottura o la dislocazione, che riguarda l’invio di sangue all’osso. Molte volte, nessun trauma o malattie è presente ugualmente. Questo caso è chiamato “necrosi asettica idiopatica“, o necrosi asettica senza causa nota. Le seguenti condizioni possono causare la necrosi asettica:

  • Trattamenti a lungo termine con gli steroidi;
  • L’uso smodato di alcool;
  • Anemia falciforme;
  • Radioterapia;
  • Morbo di Gaucher;
  • Malattia da decompressione.

Alcune malattie che possono essere associate con lo sviluppo della necrosi asettica includono:

  • Gotta;
  • Aterosclerosi;
  • Diabete.

La necrosi asettica è più comune nelle persone tra i 30 e i 60 anni. La maggior parte dei casi si verificano all’anca. La condizione può anche verificarsi a causa della terapia contro il cancro infantile.

SINTOMI: Non ci sono sintomi nelle fasi iniziali della necrosi asettica. Quando il danno osseo peggiora, si possono avere i seguenti sintomi:

  • Dolore alla giuntura, che può aumentare nel corso del tempo, e diventare molto grave se l’osso si rompe;
  • Gamma limitata di movimento;
  • Dolore inguinale, se l’anca è interessata;
  • Zoppia se si verifica nei fianchi o sotto di essi.

DIAGNOSI: Il medico effettuerà un esame fisico completo per scoprire se ci sono malattie o condizioni che possono influenzare le ossa. Verranno poste domande sui sintomi e la storia medica. Assicurarsi di avvisare il medico su eventuali farmaci o integratori vitaminici che si stanno assumendo. Dopo l’esame, il medico effettuerà una o più delle seguenti prove:

  • Raggi-X;
  • Risonanza Magnetica;
  • Scintigrafia ossea;
  • Tomografia Computerizzata.

TERAPIA: Se il medico conosce il motivo della necrosi asettica, una parte del trattamento sarà finalizzata alla patologia di base. Se la condizione è individuata molto presto, potrete prendere antidolorifici e limitare l’uso della zona interessata. Ciò può comprendere usare le stampelle. Potrebbe essere necessario fare alcuni esercizi di movimento. Il trattamento non chirurgico spesso può rallentare la progressione della necrosi asettica, ma la maggior parte delle persone avrà bisogno di un intervento chirurgico.

Le opzioni chirurgiche comprendono:

  • Trapianto di un osso;
  • Innesto osseo insieme con il suo apporto di sangue (innesti ossei vascolarizzati);
  • Taglio dell’osso e cambiamento del suo allineamento per alleviare lo stress sulle ossa (osteotomia);
  • Sostituzione totale dell’articolazione, in casi molto avanzati;
  • Rimozione della parte interna dell’osso (decompressione) per alleviare la pressione e consentire ai nuovi vasi sanguigni di formarsi.

PROGNOSI: La prognosi dipende dai seguenti fattori:

  • Stadio della malattia, quando è diagnosticata;
  • Dimensioni della superficie delle ossa coinvolte;
  • Se altre condizioni sono state coinvolte;
  • Età e stato di salute generale della persona interessata.

Il risultato può variare dalla completa guarigione a danni permanenti nelle ossa colpite. Possibili complicazioni possono essere artrosi e permanente diminuzione della mobilità. I casi gravi di osteoartrite possono richiedere la sostituzione dell’articolazione.

PREVENZIONE: Molti casi di necrosi asettica non hanno una causa nota, pertanto la prevenzione non può essere possibile. Tuttavia, in alcuni casi, è possibile ridurre il rischio

  • Evitando di bere quantità eccessive di alcool;
  • Evitando alte dosi e l’uso a lungo termine di corticosteroidi;
  • Evitando la malattia da decompressione.

Fonti: [Campbell’s Operative Orthopaedics. 10a ed. Philadelphia, PA: Mosby, 2003; Lackner H, Benesch M, Moser A, Smolle-Jüttner F, Linhart W, Raith J, Urban C. osteonecrosi asettica in bambini e adolescenti in trattamento per malattie emato-oncologiche: a 13 anni, studio osservazionale longitudinale. J Pediatr Hematol Oncol. 2005 May; http://health.nytimes.com/health/; Powars DR, Chan LS, Hiti A, Ramicone E, Johnson C. Risultati del Anemia drepanocitica: A 4-Decade Observational Study di 1056 pazienti. Medicine (Baltimora). 2005 Nov]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento