Osteomielite

Osteomielite

L’osteomielite è un’acuta o cronica infezione delle ossa, di solito causata da batteri. Essa colpisce una persona ogni 5000.

CAUSE: L’infezione che provoca l’osteomielite avviene spesso in un’altra parte del corpo, ma si propaga alle ossa attraverso il sangue. L’osso può essere predisposto alle infezioni a causa di qualche trauma. Nei bambini, le ossa lunghe sono solitamente interessate. Negli adulti sono più comunemente colpite le vertebre e il bacino. Le infezioni ossee possono essere causate da batteri o da funghi. Quando l’osso è stato infettato, è prodotto del pus all’interno del tessuto osseo, che può tradursi in un ascesso il quale priva l’osso del sangue. L’osteomielite risulta cronica quando il tessuto osseo “muore” a seguito della carenza di sangue. L’infezione cronica intermittente può persistere per anni. I fattori di rischio sono:

  • Traumi;
  • Diabete;
  • Emodialisi;
  • Abuso di droghe per endovena;
  • Rimozione della milza.

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Dolore osseo;
  • Gonfiore locale;
  • Arrossamento e calore;
  • Febbre;
  • Nausea;
  • Generale disagio, malessere o sensazione di malessere;
  • Espulsione di pus attraverso la pelle (nell’osteomielite cronica);
  • Eccessiva sudorazione;
  • Brividi;
  • Dolore alla schiena;
  • Gonfiore a caviglie, piedi e gambe.

DIAGNOSI: Un esame fisico mostra la consistenza ossea ed eventualmente gonfiore o arrossamento. I test possono includere:

  • Scansione ossea;
  • Esame del sangue;
  • Risonanza magnetica;
  • Aspirazione con un ago nell’area attorno alle ossa colpite;
  • Biopsia della lesione ossea;
  • Raggi x generalizzati;
  • Raggi x alla mano e agli arti;
  • Raggi x alle ossa;
  • ALP (fosfatasi alcalina) isoenzima;
  • ALP

TERAPIA: L’obiettivo è quello di eliminare l’infezione e prevenirne il peggioramento. Gli antibiotici saranno dati per distruggere i batteri che causano l’infezione. Per le infezioni che non guariscono, la chirurgia può essere necessaria per rimuovere il tessuto osseo morto. Gli antibiotici vengono assegnati per almeno 6 settimane dopo l’intervento chirurgico.

PROGNOSI: Dopo la terapia ci sono buone speranze di guarire dall’osteomielite per coloro che non hanno infezioni o altre malattie. La prospettiva è peggiore per l’osteomielite cronica, anche con l’intervento chirurgico. L’amputazione può essere necessaria, soprattutto in pazienti con diabete o con scarsa circolazione del sangue. Eventuali complicazioni possono essere:

  • Osteomielite cronica;
  • Diffusione di infezioni;
  • Riduzione del movimento degli arti;
  • Amputazione.

Fonte: [http://health.nytimes.com/health/]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

1 commento su “Osteomielite”

Lascia un commento