Paresi totale

Paresi totale

Una paresi generale (o totale) è un deterioramento della funzione mentale causata da danni al cervello dovuti a sifilide non curata.

CAUSE: La paresi generale è una forma di neurosifilide. Oggi è molto rara. L’infezione da sifilide danneggia i nervi del cervello. Questo provoca:

  • Anomalia nella funzione mentale comprese allucinazioni e deliri;
  • Brevi, forti e fulminanti dolori che si verificano nella schiena;
  • Riduzione della funzione mentale;
  • Cambiamenti anormali nella visione e nella risposta delle pupille;
  • Modifiche nello stato d’animo;
  • Riflessi eccessivi;
  • Cambiamenti della personalità;
  • Modifiche nel parlato.

La paresi generale di solito inizia circa 15-20 anni dopo l’infezione da sifilide. I rischi comprendono infezione da sifilide o di altre malattie sessualmente trasmissibili, come la gonorrea. Queste infezioni sono trasmesse attraverso il contatto sessuale con una persona infetta, ma delle volte possono anche essere trasmesse attraverso un contatto non-sessuale.

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Riduzione della capacità linguistiche (afasia);
  • Riduzione della motivazione;
  • Riduzione della capacità di giudizio;
  • Perdita della capacità di calcolo;
  • Perdita di memoria a lungo termine;
  • Perdita di memoria a breve termine;
  • Debolezza muscolare (difficoltà ad utilizzare gambe, braccia o di altre parti del corpo);
  • Cambiamenti della personalità;
  • Deliri;
  • Allucinazioni;
  • Irritabilità o rabbia;
  • Stato d’animo inappropriato;
  • Apatia;
  • Attacchi epilettici.

DIAGNOSI: I segni che fanno sospettare questa malattia includono:

  • Modifica della risposta della pupilla negli occhi;
  • Incapacità di stare con gli occhi chiusi (test di Romberg);
  • Perdita del senso della vibrazione e della posizione;
  • Debolezza muscolare;
  • Problemi di deambulazione;
  • Demenza che va lentamente peggiorando, con la perdita di numerose funzioni cerebrali.

Il medico può effettuare i seguenti esami:

  • Esame degli occhi;
  • Esame muscolare;
  • Esame del sistema nervoso (neurologico);
  • Esame del sangue (FTA-ABS, RPR, VDRL);
  • Liquido cerebrospinale (CSF);
  • Tomografia Computerizzata e Risonanza Magnetica;
  • Prove di conduzione dei nervi.

TERAPIA: Gli obiettivi della terapia sono curare l’infezione e rallentarne il peggioramento. Il medico prescriverà la penicillina o altri antibiotici, come la doxiciclina, per curare l’infezione. Il trattamento può continuare fino a quando l’infezione non è stata completamente cancellata. Curare l’infezione ridurrà la possibilità di nuovi danni ai nervi, ma non curerà i precedenti. Un esame di routine del liquido cerebrospinale è necessario per vedere se la terapia antibiotica ha funzionato. Il trattamento dei sintomi è necessario per i danni del sistema nervoso. La terapia d’emergenza delle crisi epilettiche può essere necessaria. Anticonvulsivanti (come la fenitoina) possono contribuire a controllare le convulsioni. I pazienti che non sono in grado di prendersi cura di sè stessi possono aver bisogno di assistenza per le attività elementari come mangiare e vestirsi. Quelli con debolezza muscolare possono aver bisogno della terapia occupazionale o di quella fisica.

PROGNOSI: Senza trattamento, le persone possono diventare disabili. Le persone con infezioni ritardate da sifilide hanno maggiori probabilità di subire altre infezioni e malattie. Possibili complicazioni possono essere:

  • Incapacità di prendersi cura di sè stessi;
  • Incapacità di comunicare o di interagire con gli altri;
  • Lesioni a causa di crisi epilettiche o cadute.

Contattare un medico se si hanno sintomi di paresi generale, soprattutto se si sa che si è stati infettati dalla sifilide, mentre occorre andare al pronto soccorso se si hanno convulsioni.

PREVENZIONE: Curare la sifilide primaria e secondaria e le sue infezioni impedisce l’insorgere della paresi generale. Praticare sesso sicuro, come limitare i partner e l’utilizzo delle protezioni, può ridurre il rischio di contrarre la sifilide. Evitare il contatto diretto con la cute dei pazienti che hanno la sifilide secondaria, indossando dei guanti.

Fonti: [Moore DP, Jefferson JW. Manuale di Psichiatria medica. 2a ed. St. Louis, Mo: Mosby; 2004; Goetz, CG. Textbook of Clinical Neurology. 2a ed. St. Louis, Mo: WB Saunders, 2003]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento