Periodontite

Periodontite

La periodontite è un’infiammazione ed un’infezione di ossa e legamenti che sostengono i denti.

CAUSE: La periodontite si verifica quando l’infiammazione o infezione delle gengive (gengivite) non è curata o è curata in ritardo. L’infezione e l’infiammazione si estendono dalle gengive ai legamenti e ossa che sostengono i denti. La perdita del sostegno dei denti causa l’indebolimento e la loro caduta. La periodontite è la principale causa di perdita dei denti negli adulti. Questo disturbo è raro in età infantile, ma aumenta durante l’adolescenza. Placca e tartaro si accumulano alla base dei denti. L’infiammazione provoca una sacca che si sviluppa tra le gengive e i denti, e si riempie di placca e tartaro. I tessuti molli si ingrossano. Infine l’infiammazione provoca la distruzione dei tessuti e delle ossa che circondano il dente. Poiché contiene la placca batterica, l’infezione può probabilmente portare ad un ascesso dentale, che aumenta il tasso di distruzione ossea.

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Alito cattivo;
  • Gengive che appaiono di colore rosso o rosso-porpora;
  • Gengive che appaiono lucide;
  • Gengive che sanguinano facilmente;
  • Gengive che quando sono toccate bruciano, ma normalmente sono indolori;
  • Perdita dei denti;
  • Gengive gonfie.

All’inizio i sintomi assomigliano alla gengivite.

DIAGNOSI: L’esame della bocca e dei denti dal dentista mostra gengive morbide, gonfie, di color rosso-porpora. Depositi di placca possono essere visibili alla base dei denti, con allargamento delle gengive. Se c’è un ascesso le gengive fanno male. Radiografie dentali rivelano la perdita di tessuto osseo di sostegno e può anche mostrare la presenza di depositi di placca sotto le gengive.

TERAPIA: L’obiettivo del trattamento è quello di ridurre l’infiammazione, eliminare la placca, se presente, ed affrontare eventuali cause sottostanti. Denti malati o apparecchi dentali devono essere riparati. E’ importante avere una buona igiene dentale. Ciò può implicare l’uso di vari strumenti o dispositivi per allentare e rimuovere i depositi da denti. Per i pazienti con periodontite è spesso raccomandata la pulizia professionale dei denti almeno due volte l’anno. Può essere necessario un intervento chirurgico. Sacche profonde nelle gengive possono avere bisogno di essere aperte e pulite. La perdita dei denti dev’essere rimediata. Il dentista può  rimuovere uno o più denti per non favorire la diffusione del problema ai denti vicini.

PROGNOSI: Alcune persone provano disagio nella rimozione della placca dentale dalle gengive infiammate. Sanguinamento e mollezza delle gengive dovrebbero andarsene entro 1 o 2 settimane dal trattamento. È necessario avere un’attenta igiene orale per tutta la tua vita o la malattia può ritornare. Possibili complicazioni possono essere:

  • L’infezione o ascesso del tessuto molle;
  • Infezione nelle ossa della mandibola (osteomielite);
  • Il ritorno della periodontite;
  • Ascesso dentale;
  • Perdita del dente;
  • Bruciore del dente.

Contattare un medico se i segni di malattie gengivali sono presenti.

PREVENZIONE: Una buona igiene orale è il miglior mezzo di prevenzione. Ciò include anche una regolare pulizia dentale professionale. La prevenzione e il trattamento delle gengiviti riduce il rischio di sviluppo della periodontite.

Fonte: [http://health.nytimes.com/health/]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento