Singhiozzo

Singhiozzo

Un singhiozzo è un movimento involontario (spasmo) del diaframma, il muscolo alla base dei polmoni. Lo spasmo è seguito dalla rapida chiusura delle corde vocali, che produce il suono tipico. Il singhiozzo spesso compare senza motivo apparente e scompare dopo pochi minuti. Raramente può persistere per giorni, settimane o mesi ed è comune e normale in neonati e lattanti.

CAUSE: Le più comuni sono:

  • Chirurgia addominale;
  • Ogni malattia o disturbo che irrita i nervi che controllano il diaframma (come pleurite o polmonite);
  • Alimenti o liquidi caldi e speziati;
  • Esalazioni nocive;
  • Ictus o tumori che interessano il “centro del singhiozzo” nel cervello.

Ma possono anche non esserci cause per il singhiozzo.

DIAGNOSI: Se il singhiozzo persiste fino al punto di essere visitati da un medico, egli farà un’indagine sulla storia medica del paziente ed un esame fisico. La storia medica riguarda domande sui sintomi, sulla durata, sull’esposizione a fattori di rischio o sulle abitudini alimentari. I test diagnostici sono raramente necessari a meno che una malattia o un disturbo non sia sospettata come la causa scatenante.

TERAPIA: Non vi è alcun modo sicuro per fermare il singhiozzo, ma ci sono una serie di suggerimenti che possono essere efficaci:

  • Respirare ripetutamente in un sacchetto di carta;
  • Bere un bicchiere di acqua fredda;
  • Mangiare un cucchiaino di zucchero;
  • Trattenere il respiro.

Contattare un medico se il singhiozzo persiste per più di pochi giorni. Per il trattamento del singhiozzo persistente, il medico può eseguire una lavanda gastrica o un massaggio della carotide sinusale nel collo. Questo deve essere fatto solo dal medico, quindi non tentare assolutamente il massaggio a casa.

Se il singhiozzo continua, si possono prendere farmaci come fenotiazinici (soprattutto clorpromazina), baclofene ed anticonvulsivanti. L’intubazione nasogastrica può anche fornire sollievo. Molto raramente, i metodi medici non riescono a curare un singhiozzo persistente. Un ulteriore trattamento può comportare un blocco del nervo.

PREVENZIONE: Non sono noti metodi di prevenzione del singhiozzo, ma può aiutare evitare i fattori di rischio come malattie che riguardano il diaframma e l’esposizione al fumo.

Fonti: [http://health.nytimes.com/health/]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento