Stenosi aortica

Stenosi aortica

La stenosi aortica è il restringimento o ostruzione della valvola aortica, che ne impedisce l’apertura corretta e blocca il flusso di sangue della camera inferiore sinistra dal cuore all’aorta. L’aorta è l’arteria principale che esce dal cuore.

CAUSE: Poiché la valvola aortica si fa più stretta, aumenta la pressione all’interno del ventricolo sinistro. Questo fa sì che il ventricolo sinistro diventi più spesso e che diminuisca il flusso di sangue. Questo può portare a dolore toracico. Poiché la pressione continua ad aumentare, il sangue può ritornare nei polmoni, e ci si può sentire a corto di fiato. Gravi forme di stenosi aortica impediscono che arrivi abbastanza sangue al cervello e al resto del corpo, causando svenimenti.

La stenosi aortica può essere presente dalla nascita (congenita), o si può sviluppare più tardi nella vita (acquisita). I bambini possono avere altre condizioni congenite. La stenosi aortica è causata da molti disturbi. Una causa comune negli adulti è la febbre reumatica, una complicazione di un’infezione non curata. La calcificazione della valvola può anche causare questa condizione. In questo caso non si notano sintomi fino ai 70 anni. La stenosi aortica non è molto comune. Essa si verifica più spesso negli uomini che nelle donne.

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Affanno durante un’attività;
  • Dolore toracico, tipo angina;
  • Dolore al petto come schiacciamento, spremitura o pressione, che aumenta con l’esercizio e diminuisce a riposo;
  • Svenimento, debolezza o vertigini durante un’attività;
  • Palpitazioni.

I bambini nati con stenosi aortica possono mostrare sintomi di shock, scarsa alimentazione, mancanza di crescita e di respiro. Le persone con stenosi aortica possono non avere alcun sintomo fino all’ultimo stadio della malattia.

DIAGNOSI: Il medico sentirà una vibrazione o movimento della mano, quando la alza al di sopra del cuore. Un mormorio o altre anomalie del suono si ascoltano quasi sempre attraverso uno stetoscopio. Ci può essere un debole impulso o variazioni nei battiti del polso e del collo. I neonati e i bambini possono essere molto stanchi, sudati e avere la pelle pallida ed una veloce respirazione, ed essere troppo piccoli per la loro età. La pressione arteriosa può essere bassa. I seguenti test possono essere effettuati:

  • Raggi-X al torace;
  • Ultrasonografia Doppler;
  • Elettrocardiogramma;
  • Ecocardiogramma;
  • Test dello stress;
  • Cateterismo cardiaco;
  • Risonanza Magnetica del cuore;
  • Ecocardiogramma transesofageo (TEE).

TERAPIA: Se non ci sono sintomi o i sintomi sono lievi, basta un controllo costante di un medico. Se i sintomi sono moderati o gravi, può essere necessario un ricovero in ospedale. Neonati e bambini possono avere bisogno di un intervento chirurgico immediato. I pazienti con stenosi aortica di solito possono fare sport in maniera non agonistica. Se i sintomi si verificano, l’intensità dell’attività deve essere limitata. I pazienti che hanno problemi respiratori, svenimento o dolore toracico con attività, dovrebbero vedere un cardiologo ogni 3-6 mesi.

I farmaci usati per controllare i sintomi comprendono digossina e diuretici. La chirurgia per riparare o sostituire la valvola è il trattamento migliore per adulti o bambini che hanno sintomi. Anche se i sintomi non sono gravi, il medico può raccomandare l’intervento chirurgico. Una procedura meno invasiva chiamata valvuloplastica con palloncino può essere fatta in adulti o bambini. Si tratta di una procedura in cui un pallone è posto in un’arteria dell’inguine, spostato verso il centro, posto in tutta la valvola, e gonfiato. Questo può alleviare l’ostruzione causata dalla valvola ridotta.

Neonati e bambini possono avere varie forme di intervento chirurgico. La valvola polmonare può essere utilizzata per sostituire la valvola aortica.

PROGNOSI: La stenosi aortica può essere curata con un intervento chirurgico, anche se ci può essere un continuo rischio per i ritmi irregolari del cuore, che possono talvolta causare morte improvvisa. Senza un intervento chirurgico, un paziente che ha sintomi di angina o insufficienza cardiaca può aggravarsi. Le persone con stenosi aortica, in particolare con le forme moderate e gravi, non devono partecipare a strenui attività, come sport da competizione. Possibili complicazioni possono essere:

  • Ipertrofia ventricolare sinistra (allargamento) causata dal lavoro extra per spingere il sangue attraverso la valvola ridotta;
  • Insufficienza cardiaca;
  • Aritmie;
  • Endocardite.

Contattare un medico se si verificano sintomi di stenosi aortica, o se i sintomi peggiorano o se ne sviluppano di nuovi.

PREVENZIONE: Curare tempestivamente le infezioni previene la febbre reumatica, che può causare la stenosi aortica. Questa condizione non può essere prevenuta, ma alcune delle complicanze sì. Comunicare anche al proprio dentista qualsiasi problema della valvola cardiaca prima del trattamento per qualsiasi condizione perché lui, mentre opera con ogni procedura invasiva, può introdurre batteri nel sangue. Questo batterio può provocare un indebolimento della valvola provocando endocardite.

Fonti: [Otto CM, Bonow RO. Cardiopatie valvolari. Zipes DP, Libby P, Bonow RO, Braunwald E, eds. Braunwald’s Heart Disease: A Textbook of Cardiovascular Medicine. 8a ed. St. Louis, Mo: WB Saunders, 2007; Karchmer AW. L’endocardite infettiva. In: Libby P, Bonow RO, Mann DL, Zipes DP, eds. Braunwald’s Heart Disease: A Textbook of Cardiovascular Medicine, 8a ed. St. Louis, Mo: WB Saunders, 2007; http://health.nytimes.com/health/]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento