11 settembre, effetti su fisico e mente

Nel 2016 ricorrono 15 anni dagli attacchi terroristici dell’11 settembre. Un evento che ha causato effetti permanenti sia sul fisico che sulla mente delle persone. Tutt’oggi. Vediamo insieme cosa è cambiato.

11 Settembre, disturbo da stress post-traumatico anche per civili ed impiegati

Il disordine o disturbo da stress post-traumatico ha cambiato le sue connotazioni dopo l’11 settembre 2001. Fino ad allora rappresentava un rischio noto per i soldati o coloro che lavoravano in situazioni d’emergenza: medici, vigili del fuoco, operatori umanitari, ecc. In questo decennio numerosi studi scientifici hanno però rilevato come i sintomi tipici di questo disturbo siano riconducibili a molti americani, coinvolti più o meno direttamente negli attentati terroristici.

Sindrome post traumatica da stress: i bambini aquilani hanno ancora paura del terremoto

Nella memoria dei bambini il tragico terremoto de L’Aquila continua a farsi sentire attraverso una patologia che prende il nome di sindrome post traumatica da stress. A distanza di due anni dal sisma la paura si annida ancora dentro le giovani menti che hanno subito quel trauma, una vera e propria ferita psicologica che spesso non si rimargina da sola con il passare del tempo. Da una ricerca, condotta dall’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, in collaborazione con i pediatri abruzzesi (che hanno aderito volontariamente alla ricerca) eseguita attraverso la raccolta dati, gli screening e gli approfondimenti, sono emersi i risultati che hanno evidenziato i traumi psicologici: il tutto è stato discusso nel covegno “Bambini e catastrofi naturali – quale salute mentale?”.