Dolore vena gamba, che fare?

Richiesta di Consulto Medico su dolore vena gamba
Salve ho da tempo un dolore alla gamba sinistra alla metà circa tra caviglia e ginocchio, alla sinistra dello stinco. Sento sotto le dita come un gonfiore ma solo in una area circoscritta. Non so se sia la vena o un capillare non me ne intendo, ma sento che toccando il punto gonfio il dolore si attenua. Provo dolore sempre più spesso, soprattutto dopo una passeggiata. Soffro di ritenzione idrica e nella mia famiglia ci sono stati caso di vene varicose e ulcere. Sono in sovrappeso (ora a dieta). Ho praticato molto sport in passato, ma ora ho poco tempo quindi mi limito a passeggiare appena posso. Le mie passeggiate durano dalle 2 alle 4 ore. (Prima facevo attività fisica per 9 ore la settimana regolarmente)….

Capillari rotti e calze elastiche

Richiesta di Consulto Medico su capillari rotti e calze elastiche
Buongiorno, Ho 26 anni e soffro da sempre di capillari rotti, specialmente nelle caviglie e polpacci. Ne ho davvero molti ed alcuni sono grandi e di colore verde..sembrano più delle vere e proprie vene, piuttosto che capillari. I medici mi hanno sempre detto che ho un sistema circolatorio molto debole e infatti ho anche molta ritenzione. Lavoro sempre in piedi per quasi nove ore al giorno. Ho deciso di mettere le calze apposite e tra un po’ andrò a mettere anche un plantare adatto per piedi piatti (purtroppo ho anche quello), volevo sapere se c è altro che posso fare e se mi devo preoccupare. Ha 26 anni ho delle gambe di 50 anni e sono molto triste per questa cosa, vorrei risolvere! Sia il problema vene che della ritenzione, vorrei fare tutto ciò che mi è possibile per rimettermi in forma. Grazie mille

Insufficienza venosa e dolore gamba, è normale?

Richiesta di Consulto Medico su insufficienza venosa arti inferiori e dolore
Buona sera ho questi risultati di ecocolordoppler venoso arti inferiori: “Sistema Venoso profondo previo e compatibile bilateralmente a livello dei distretti esplorati (vena femorale comune superficiale e profonda; vena poplitea). Alle caviglie tibiali posteriori pervie normo reagenti alle manovre di attivazione e comprimibili. Osti safenici ancora continenti. CONCLUSIONE: Insufficienza Venosa arti inferiori con teleangectasie e piccole caricosità extrasafeniche in particolare a destra. Si consiglia Avenum 500 ed elastocompressione (COLLANT 20 MMHG).” Posso dire che il collant mi provoca dolore e che il dolore che solitamente saltava fuori d’estate ora ce l’ho costante e mi fa impazzire. Mi sa spiegare se è normale avere dolori così forti alla coscia? Grazie infinite, accetto consigli.

Capillari rotti e fragili come eliminarli definitivamente

Richiesta di Consulto Medico su capillari rotti e fragili come eliminarli definitivamente
Buonasera, mi sono sottoposta a una terapia sclerosante per eliminare dei capillari evidenti sul polpaccio destro. Poi successivamente ad una terapia laser. La situazione è leggermente migliorata ma non ho ottenuto i risultati sperati. Mi era stato detto che con due sedute avrei eliminato il problema. Per evitare di spendere soldi inutilmente vorrei sapere quante sedute occorrono per risolvere definitivamente il problema ed eliminare tutti i capillari. Grazie

 

Dolore alla gamba di notte, quale causa?

Richiesta di Consulto Medico
Buongiorno, mio marito di 77 anni è diabetico, curato solo con una compressa. Da qualche tempo riferisce dolore all’esterno della tibia , dal ginocchio alla caviglia. E’ un dolore che sopravviene di notte, a riposo o quando, dopo un po’ che sta seduto si alza per camminare, a volte cede la gamba…. l’ortopedico consultato ha escluso problemi al ginocchio tranne la mancanza di cartilagine per cui ha effettuato delle infiltrazioni. Il problema resta comunque anzi, a volte ha sensazione di bruciore dal ginocchio in giù fino alla caviglia. La mia domanda è questa : potrebbe essere un problema vascolare ? Cammina molto e nel movimento non sente alcun dolore. Il diabete può esserne la causa ?

Capillari rotti e cura con T.R.A.P., funziona?

Richiesta di Consulto Medico su terapia capillari rotti
Buongiorno, ho 29 anni e da quando ho 16 anni, lavoro tutto il giorno in piedi. Purtroppo ho subito squilibri alimentari e praticato pochissima attività fisica. Vorrei potervi inviare una foto della mia situazione attuale in fatto di capillari. A parte averne un sacco di rotti, presento una sorta di gamba dal colorito tipico da mortadella… (lo descrivo così) io sono magra, pelle chiara e una persona super nervosa. I capillari oltre ad essere rotti sono ovunque. Da partire dai piedi all’inguine. Alcuni sulle braccia, altri sulla schiena e viso.Capisco che con gli anni peggiorerò ma vorrei sapere se posso fare qualcosa. Mi hanno parlato della T.r.a.p. Potrebbe aiutarmi? E la cosa e’ definitiva? Grazie

Fragilità capillare, quali rimedi? Esperto risponde

Richiesta di Consulto Medico
Salve, dall’età adolescenziale soffro di fragilità capillare...già a 12/13 anni sono apparsi i primi capillari sulle cosce. Con il passare degli anni il mio problema è peggiorato non solo per un fattore estetico ma proprio per un malessere durante la stagione estiva. Con il caldo non mi sento proprio le gambe ed i piedi e sento internamente un forte calore, quasi insopportaile, da costringermi a rinunciare ad una passeggiata serale o altro. Da premettere che sono una persona che pratica attività sportiva da più di 10 anni, non bevo alcolici, non fumo…insomma il mio stile di vita è abastanza salutare.

 

 

Vene gambe visibili e in rilievo (gonfie), cosa fare?

Richiesta di Consulto Medico
Gentilissimo esperto, ho 32 anni e ho sempre avuto una vena un po in rilievo sul lato del ginocchio,da tempo ho notato che nelle gambe (frontalmente) e nelle cosce riesco a vedere le vene belle blu e nel ginocchio sembrano piccoli lividi…..pur non essendo particolarmente in rilievo..può essere dovuto al fatto che ho avuto una bimba due anni fa, e sono ancora un bel po’in sovrappeso……..oltretutto mia madre è stata operata alla safena anni fa. Quando cammino molto o sto molto in piedi sento le gambe e i piedi molto pesanti e fanno male..C’è qualcosa che posso fare oltre a una visita di controllo? Aspetto presto i suoi consigli,  Barbara.

 

 

Capillari rotti gambe, cosa fare ?

Richiesta di Consulto Medico
Salve! Sono una ragazza di 19 anni. Da quando avevo 17 anni, ho avuto i primi problemi alle gambe. Dolori, crampi. Da due anni a questa parte, si sono rotti i capillari sulla parte superiore delle gambe , e alcune smagliature dietro i polpacci che quasi non si vedono. A volte faccio ginnastica, tipo : cyclette, yoga, esercizi mirati per le gambe. Mangio pesce, frutta e verdura regolarmente, poco latte e niente carne. Noto che mi si sono rotti parecchi sia a destra che a sinistra, e la cosa mi fa sentire molto a disagio avendo un bel fisico. Sono 58 kg e alta 1.71! Cosa posso fare? Temo che la situazione peggiori. Attendo una sua risposta, grazie.

Capillari gambe ed effetti collaterali sclerosanti, che fare?

Richiesta di Consulto Medico
Buon giorno , ho 49anni e problemi di capillari gia a 16, a circa 20anni ho iniziato con la terapia sclerosante che ho ripetuto ciclicamente fino a qualche anno fa quando mi è stato detto che le iniezioni sclerosanti mi hanno provocato il “matting”ancora più antiestetico dei capillari. ..percio ho rinunciato alla terapia (il mio medico sconsigliava il laser) e delusa anche x l investmento economici ,mi trovo con delle gambe orribili…….che posso fare?

Vene varicose, come toglierle?

Richiesta di Consulto Medico
Buongiorno, ho 30 anni e 10 anni fa ho avuto una gravidanza. Il mio problema è che ho vene varicose molto evidenti, sopratutto una laterale coscia destra.Vorrei sapere se c’ e possibilità di toglierle e come fare?Grazie

Varici alle gambe, cosa fare? Le calze funzionano?

Richiesta di Consulto Medico
Salve! Dott. ho mio padre che da alcuni anni gli si sono dilatate le vene delle gambe, ma solamente nella tibia. Lui ha 63 anni ed è anche in sovrappeso e cammina molto e sta troppo in piedi. Le vorrei chidere ,gentilmente, quali sono i suoi consigli e se le calze elastiche sono utili per la prevenzione/cura. Grazie, Cordiali Saluti.”