Vaginosi batterica, 4 sintomi da non sottovalutare

La vaginosi batterica è causata da un’alterazione della flora vaginale in cui i lactobacilli si riducono e gli anaerobi crescono in eccesso. Si tratta di un’infezione molto comune e importante è riconoscerne i sintomi subito per sottoporsi a una visita ginecologica che possa individuare la miglior cura per contrastarla. Quali sono i 4 sintomi da non sottovalutare della vaginosi?

Candida e tampone fai da te per diagnosi

Tampone fai da te per la diagnosi di candida? E’ possibile ora grazie all’avvenuta commercializzazione di uno specifico prodotto per raggiungere questo scopo. Avere consapevolezza del proprio corpo per una donna è basilare, soprattutto per ciò che concerne la salute degli organi genitali.

Dormire senza mutande fa bene alla salute

Dormire senza mutande fa bene alla salute. Questa non è propriamente una novità ma i ginecologi, soprattutto per le donne, si sentono di raccomandarlo con più veemenza soprattutto in previsione dell’arrivo della bella stagione.

Come curare la vaginite?

La vaginite è un’infiammazione della vagina che provoca prurito, bruciore intimo o durante la minzione, perdite vaginali più o meno intense o maleodoranti. Può essere curata ma tutto dipende dalle cause che l’hanno provocata. Dunque se si ha uno qualsiasi di questi sintomi è opportuno rivolgersi al proprio ginecologo per una diagnosi (o comunque per una visita di routine che non guasta mai, almeno una volta l’anno in mancanza di disturbi specifici).  Ecco quali sono le possibili terapie.

Cos’è la vaginite? Cause e sintomi da distinguere per arrivare ad una terapia

Cosa si intende per vaginite? La vaginite è un disturbo piuttosto frequente e consiste in un’infiammazione (e/o infezione) della vagina. Nella maggior parte dei casi si manifesta con perdite vaginali anomale, a volte maleodoranti o che provocano prurito. Ma bisogna prestare attenzione perché non esiste una sola forma di vaginite, ma molte e tutte diverse tra loro, ognuna con i propri sintomi e cause specifiche. Analizziamo le più comuni.