Torsione del testicolo

Torsione del testicolo

La torsione del testicolo, nota anche come torsione del funicolo spermatico, è una vera e propria torsione dei vasi sanguigni lungo il proprio asse nella sacca scrotale. Si tratta di un’emergenza urologica che avviene più spesso tra i 12 i 18 anni di età, ma può accadere in qualsiasi momento della vita di un uomo.

CAUSE: La causa principale per cui ciò avviene è che l’insieme dei vasi e dei nervi che si trovano nel testicolo sono troppo lunghi, e tendono ad intricarsi tra di loro. Avviene anche quando il testicolo non è ben fissato alla sacca scrotale (ciò avviene soprattutto in età prenatale o nei neonati), ma non sono associati fattori di rischio esterni come altre malattie. Altre cause probabili sono:

  • eccessiva attività;
  • traumi;
  • attività sessuale.

SINTOMI: Il testicolo non riceve più sangue, così tende ad atrofizzarsi e perdere la sua funzione, a volte anche in maniera definitiva se non si interviene in tempo, nel giro di pochissime ore, e la possibilità aumentà dopo le 24 ore. I sintomi principali sono dolore molto acuto di solito concentrato in una sola sacca, fino alla zona inguinale e nel basso addome. E’ possibile anche:

  • Un eritema;
  • Nausea e vomito;
  • Gonfiore ai testicoli che appaiono eccessivamente molli.

I sintomi possono sparire completamente se la distorsione si risolve in maniera naturale, come infatti avviene in molti casi.

DIAGNOSI: Il medico, ma più probabilmente l’urologo, controlla le sacche scrotali, e nella maggior parte dei casi rileva la spirale che si viene a formare con i vasi che si legano già al semplice tatto. Poi tenterà di esplorare i sintomi per escludere eventuali infiammazioni o malattie di tipo diverso. Poi si passa all’analisi delle urine, che viene effettuata in un minuto, ed anche l’ecografia.

TERAPIA: L’unico intervento che si può fare è quello chirurgico ed anche il più urgentemente possibile, anche al minimo dubbio che si tratti di distorsione del testicolo per evitare conseguenze peggiori con l’attesa troppo prolungata. Se si agisce in tempo il cordone viene rimesso nella posizione naturale e tutto è risolto. In altri casi ci può essere necrosi (il testicolo diventa nerastro). In questo caso si provvede all’asportazione o alla sostituzione con una protesi.

PROGNOSI: Dall’operazione si recupera molto in fretta, di solito entro un paio di giorni. Se non ci si reca in tempo in ospedale invece si rischia l’atrofia testicolare, la necrosi, l’infezione di tutta la sacca scrotale fino all’amputazione del testicolo che avviene nel 22% dei casi.

Fonti: [http://web.tiscali.it/urologia/torsione.htm; http://www.duepiu.net/sito/salute/alessandrolittara002.asp; www.wikipedia.org]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento