Trauma acustico

Trauma acustico

Il trauma acustico è un infortunio dell’orecchio interno a causa di rumore molto forte.

CAUSE: Il trauma acustico è una causa comune della perdita dell’udito. Danni ai meccanismi dell’orecchio interno possono essere causati da:

  • Esplosione vicino all’orecchio;
  • Colpo di pistola ravvicinato;
  • Esposizione prolungata a rumori forti (ad esempio, musica ad alto volume o macchinari).

SINTOMI: I più comuni sono:

  • La perdita dell’udito (parziale e di solito che riguarda solo i suoni acuti, e può peggiorare lentamente);
  • Rumori o fischi nelle orecchie.

DIAGNOSI: Il medico di solito sospetta un trauma acustico se la perdita si verifica dopo l’esposizione al rumore. L’audiometria può determinare la quantità di udito perso.

TERAPIA: La perdita dell’udito non può essere curabile. L’obiettivo del trattamento è quello di proteggere l’orecchio da ulteriori danni. Un apparecchio acustico può aiutare a comunicare. È possibile apprendere alcune abilità, come la lettura labiale.

PROGNOSI: La perdita dell’udito può essere permanente nell’area colpita dell’orecchio. Una protezione può impedire la perdita o il peggioramento dell’udito. Possiible complicazione può essere una progressiva perdita dell’udito. Contattare un medico se:

  • Ci sono sintomi di un trauma acustico;
  • La perdita dell’udito peggiora o è totale.

PREVENZIONE: Per evitare un trauma acustico:

  • Indossare tappi auricolari di protezione se si utilizzano attrezzature molto rumorose;
  • Essere consapevoli dei rischi connessi ad attività rumorose come l’utilizzo di pistole, motosega, o se si guidano motocicli o motoslitte;
  • Non ascoltare musica ad alto volume per lunghi periodi di tempo.

Fonte: [http://health.nytimes.com/health]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento