Tumore del colon

Tumore del colon

Il tumore del colon è il cancro che inizia nel grande intestino (colon) o nell retto (fine del colon). Tale cancro è talvolta indicato come “tumore del colon-retto“. Altri tipi di tumore del colon come linfomi, tumori carcinoidi, melanomi e sarcomi sono rari. In questo articolo, l’uso del termine “tumore del colon” si riferisce al carcinoma del colon e non questi rari tipi di tumore del colon.

CAUSE: Non esiste un’unica causa di tumore del colon. Quasi tutti iniziano come polipi non-cancerosi (benigni), che lentamente si trasformano in cancro. Si ha un rischio più elevato di tumore del colon se si dispone di:

  • Cancro in altre parti del corpo;
  • Polipi colorettali;
  • Morbo di Crohn;
  • Un caso in famiglia di tumore del colon;
  • Una storia personale di cancro al seno;
  • Colite ulcerosa.

Alcune sindromi genetiche aumentano il rischio di sviluppare tumore del colon. Anche l’alimentazione può rientrare tra le cause di rischio. Il tumore del colon può essere associato ad un elevato contenuto di grassi, ad una dieta con poche fibre e carni rosse. Tuttavia, alcuni studi hanno rilevato che il rischio non diminuisce se si passa ad una dieta con molte fibre, così la causa del legame non è ancora chiara. Il fumo di sigarette è un altro fattore di rischio per il tumore del colon-retto.

SINTOMI: Molti casi di tumore del colon non presentano sintomi. I seguenti sintomi, tuttavia, possono indicarlo:

  • Dolore addominale e mollezza nel basso addome;
  • Sangue nelle feci;
  • Diarrea, costipazione, o qualsiasi altro cambiamento di abitudini intestinali;
  • Ostruzione intestinale;
  • Inspiegabile anemia;
  • Perdita di peso involontaria.

DIAGNOSI: Con un’adeguato controllo, il tumore del colon può essere rilevato prima della comparsa dei sintomi, quando è più curabile. Il medico dovrà eseguire un esame fisico e premere sulla zona del ventre. L’esame fisico mostra raramente eventuali problemi, anche se il medico può sentire una massa nell’addome. Un esame rettale può rivelare una massa in pazienti con tumore rettale, ma non tumore del colon. Test di screening come colonscopia e sigmoidoscopia servono per diagnosticare il tumore colorettale. Un’analisi delle feci puà rilevare piccole quantità di sangue. Tuttavia, questo test è spesso negativo nei pazienti con tumore del colon. Per questo motivo, l’esame deve essere fatto insieme alla colonscopia o sigmoidoscopia. E’ anche importante notare che un analisi delle feci positiva non significa necessariamente che si ha il cancro. Un’analisi completa del sangue può mostrare segni di anemia con un basso livello di ferro. Se il medico rileva il tumore, ulteriori prove saranno assegnate per vedere se il cancro si è diffuso. Come in altri tumori, bisogna distinguere la fase in cui esso viene rilevato:

  • Fase 0: molto precoce, c’è un cancro su uno strato più interno dell’intestino;
  • Fase I: Il cancro è negli strati interni del colon;
  • Fase II: il cancro si è diffuso attraverso la parete muscolare del colon;
  • Fase III: il cancro si è diffuso in linfonodi;
  • Fase IV: il cancro che si è diffuso ad altri organi.

TERAPIA: La terapia dipende in parte dalla fase del cancro. In generale, i trattamenti possono comprendere:

  • La chemioterapia per uccidere le cellule tumorali;
  • Chirurgia per rimuovere le cellule tumorali;
  • Radio-terapia per distruggere il tessuto canceroso.

La fase 0 del tumore del colon può essere curata rimuovendo le cellule tumorali, spesso nel corso di una colonscopia. Per le fasi I, II e III del cancro, è necessario un intervento chirurgico più ampio per rimuovere la parte del colon che è cancerosa. Quasi tutti i pazienti allo stadio III del tumore del colon devono ricevere chemioterapia dopo l’intervento chirurgico per circa 6-8 mesi. Il farmaco 5-fluorouracile, ha mostrato di aumentare la possibilità di guarigione in alcuni pazienti. La chemioterapia viene utilizzata anche per il trattamento di pazienti allo stadio IV. Irinotecan, oxaliplatino, e 5-fluorouracile sono i tre farmaci più comunemente usati. Inoltre, gli anticorpi monoclonali, compresi Cetuximab (Erbitux), panitumumab (Vectibix), e il bevacizumab (Avastin) sono utilizzati da soli o in combinazione con la chemioterapia. È possibile ricevere un solo tipo, o una combinazione di farmaci. Per i pazienti con la malattia allo stadio IV, diffusa fino al fegato, i vari trattamenti vengono diretti specificamente al fegato. Ciò può comprendere:

  • Vaporizzazione o erosione del cancro (ablazione);
  • Riduzione del cancro;
  • Chemioterapia o radioterapia direttamente nel fegato;
  • Congelamento del cancro (crioterapia).

Anche se la radioterapia è talvolta usata in pazienti con tumore del colon, può essere usata anche in combinazione con la chemioterapia per i pazienti allo stadio III.

PROGNOSI: Il tumore del colon è, in quasi tutti i casi, una malattia curabile se trattato precocemente. In generale, quando sono trattati in una fase precoce, la stragrande maggioranza dei pazienti sopravvive almeno 5 anni dopo la diagnosi. Tuttavia, la sopravvivenza a 5 anni scende notevolmente una volta che il cancro si è diffuso. Se il tumore del colon non torna entro 5 anni, il paziente si ritiene guarito. I tumori in fase I, II e III sono considerati potenzialmente curabili. Nella maggior parte dei casi, il cancro allo stadio IV non è curabile. Possibili complicazioni possono essere:

  • Ritorno del cancro del colon;
  • Diffusione del cancro ad altri organi o tessuti (metastasi);
  • Sviluppo di un secondo tumore colorettale primario.

Contattare un medico se si dispone di:

  • Feci nere come il catrame;
  • Sangue nelle feci;
  • Modifica delle abitudini intestinali.

PREVENZIONE: Il tasso di mortalità per il tumore del colon è diminuito negli ultimi 15 anni. Ciò può essere dovuto a una maggiore consapevolezza e dalla colonscopia di screening. Il tumore del colon può quasi essere rilevato nella sua prima e più curabile fase dalla colonscopia. Quasi tutti gli uomini e le donne dopo i 50 anni dovrebbero fare una visita di screening. I pazienti a rischio possono avere bisogno di screening anche prima di quell’età. La dieta e lo stile di vita sono importanti. Alcuni dati indicano che una dieta a basso tenore di grassi e con molte fibre può ridurre il rischio di tumore del colon. L’aspirina o altri farmaci anti-infiammatori prevengono il cancro del colon, se si ha un rischio medio della malattia (ad esempio se qualcuno nella famiglia ha avuto il tumore). L’assunzione di più di 300 mg al giorno di aspirina e farmaci simili può causare sanguinamento gastrointestinale e problemi cardiaci in alcune persone. Anche se a bassa dose, l’aspirina può aiutare a ridurre il rischio di altre condizioni, come ad esempio le malattie cardiache.

Fonti: [U. S. servizi di prevenzione task force. Routine Aspirina o farmaci anti-infiammatori in materia di droga per la prevenzione primaria del tumore del colon-retto: US Preventive Services Task Force “Dichiarazione di raccomandazione. Ann Intern Med. 6 marzo 2007; American Cancer Society. Cancro Fatti e cifre 2006. Atlanta, GA: American Cancer Society, 2006; http://health.nytimes.com/health/; Weitz J, Koch M, Debus J, Hahler T, Galle PR, BA ¼ chler MW. Tumore del colon-retto. Lancet. 2005; Cappell SM. Fisiopatologia, presentazione clinica e la gestione del tumore del colon. Clin Gastroenterol Nord Am. 2008]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

7 commenti su “Tumore del colon”

Lascia un commento