Tumore vaginale

Tumore vaginale

Un tumore vaginale è un’anormale crescita di tessuti nella vagina, l’organo riproduttivo femminile.

CAUSE: La maggior parte dei tumori cancerosi della vagina si verificano quando un altro tumore, come il cancro cervicale o endometriale, si diffonde. Questo è chiamato cancro vaginale secondario. I tumori primari della vagina sono molto rari. La maggior parte dei tumori primari vaginali inizia nelle cellule chiamate squamose. Il resto sono adenocarcinomi (6%), melanomi (3%), e sarcomi (3%). La causa del carcinoma a cellule squamose della vagina non è nota. Tuttavia, fino al 30% delle pazienti ha avuto anche il cancro cervicale.

Circa il 75% delle pazienti con carcinoma a cellule squamose della vagina ha più di 50 anni. Gli adenocarcinomi della vagina più comunemente incidono sulle giovani donne. L’età media in cui l’adenocarcinoma della vagina viene diagnosticato è 19 anni. Le donne le cui madri hanno dietilstilbestrolo (DES) durante i primi 3 mesi di gravidanza sono a maggior rischio di sviluppare l’adenocarcinoma. Il sarcoma botrioide della vagina è un raro tipo di cancro che si verifica soprattutto durante l’infanzia.

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Sanguinamento dopo il rapporto sessuale;
  • Sanguinamento o scarico vaginale indolore;
  • Dolore nel bacino o nella vagina.

Circa il 5-10% delle pazienti non ha sintomi.

DIAGNOSI: Nelle pazienti che non presentano sintomi, il tumore può essere trovato nel corso di un esame di routine pelvico e Pap test. Altri test per la diagnosi dei tumori della vagina sono:

  • Biopsia;
  • Esame pelvico.

Se un Pap test è anomalo, ma il medico non riesce a vedere i problemi alla vagina durante un esame pelvico, una colposcopia può essere fatta. Altri test che possono essere effettuati includono:

  • Raggi-X al torace;
  • TAC del ventre e del bacino.

TERAPIA: Il trattamento del cancro vaginale dipende dal tipo di cancro e dalla misura in cui la malattia si è diffusa. La chirurgia è talvolta usata per rimuovere il cancro, ma la maggior parte dei pazienti sono trattati con le radiazioni. Se il tumore cervicale o il cancro si sono diffusi nella vagina, sono effettuati sia la radioterapia che la chemioterapia. Il sarcoma botrioide può essere curato con una combinazione di chemioterapia, chirurgia e radioterapia.

Si può facilitare lo stress della malattia prendendo parte ad un gruppo di sostegno i cui membri hanno in comune esperienze e problemi.

PROGNOSI: La guarigione dipende dallo stadio della malattia e dal tipo di tumore. Possibili complicazioni possono essere la diffusione del cancro in altre aree del corpo, oppure effetti collaterali delle radiazioni, chirurgia e chemioterapia. Contattare un medico se si nota del sanguinamento dopo il rapporto sessuale o un persistente sanguinamento o scarico vaginale.

PREVENZIONE: Non ci sono modi per prevenire questo tipo di tumore. È possibile aumentare le possibilità di diagnosi precoce facendo regolari esami annuali pelvici e Pap test.

Fonti: [Dotters DJ, Katz VL. Malattie maligne della vagina: neoplasia intraepiteliale, il carcinoma, sarcoma. In: Katz VL, Lentz GM, Lobo RA, Gershenson DM. Katz: Ginecologia globale. 5a ed. Philadelphia, PA: Mosby, 2007; http://health.nytimes.com/health/]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento