Ulcera gastrica

Ulcera gastrica

Un’ulcera gastrica è una rottura nel tessuto normale delle linee dello stomaco.

CAUSE: Le ulcere gastriche non-cancerose (benigne) sono causate da uno squilibrio tra l’acido dello stomaco, un enzima chiamato pepsina, e le naturali difese del rivestimento dello stomaco. Questo squilibrio porta all’infiammazione, che può essere aggravata dall’aspirina e da agenti antinfiammatori non steroidei come l’ibuprofene. I fattori di rischio per le ulcere gastriche benigne comprendono:

  • Aspirina e ibuprofene;
  • Infezione da Helicobacter pylori;
  • Gastrite cronica;
  • Fumo;
  • Età;
  • Ventilazione meccanica (stare in una macchina per la respirazione);
  • Alcuni problemi di coagulazione del sangue.

Lo stress non causa o peggiora le ulcere gastriche.

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Dolore addominale che può peggiorare di notte, in caso di assunzione di latte o antiacidi, oppure verificarsi 2-3 ore dopo un pasto;
  • Nausea;
  • Indigestione;
  • Vomito, in particolare con il sangue;
  • Sangue nelle feci o feci nero-catrame;
  • Involontaria perdita di peso;
  • Affaticamento.

Potrebbero anche non esseci sintomi.

DIAGNOSI: Per rilevare l’ulcera il medico effettuerà un’esofagogastroduodenoscopia.

TERAPIA: Per le persone con infezione da Helicobacter pylori, il principale obiettivo è quello di sbarazzarsi dei batteri che causano l’infezione. Molti farmaci vanno bene. Di solito si utilizzano gli antagonisti del recettore H2, come famotidina (Pepcid) o nizatidine (Axid) o un inibitore della pompa protonica come l’omeprazolo (Prilosec) o esomeprazole (Nexium) per eliminare l’acido, in combinazione con due antibiotici. Dopo aver finito con i medicinali, il medico con ogni probabilità assegnerà un test per assicurarsi che l’infezione sia guarita. Coloro che non hanno un’infezione da H. pylori dovranno assumere farmaci come gli antiacidi, antagonisti dei recettori H2 o inibitori della pompa protonica. Il trattamento a lungo termine può essere necessario. Se l’ulcera sanguina, l’endoscopia può controllare le emorragie. La chirurgia può essere raccomandata per le persone che non rispondono ai farmaci o all’endoscopia. Procedure chirurgiche di ulcere gastriche comprendono:

  • Vagotomia (taglia il nervo vago, che controlla lo stomaco nella produzione di acido gastrico);
  • Parziale gastrectomia (elimina una parte dello stomaco).

Le misure fai-da-te comprendono fare una serie di piccoli pasti al giorno ad intervalli regolari ed evitare i seguenti fattori:

  • Fumo;
  • Tè, caffè e bibite contenenti caffeina;
  • Alcool;
  • Aspirina e ibuprofene.

PROGNOSI: La maggior parte delle ulcere guariscono con i farmaci in 6-8 settimane. Il ritorno è comune, ma è meno probabile se l’H. pylori è curato con gli acido-bloccanti. Possibili complicazioni possono essere:

  • Sanguinamento dell’ulcera;
  • Foro nello stomaco;
  • Blocco nello stomaco.

Le complicazioni possono spesso essere corrette con i farmaci, l’endoscopia, o (in rari casi) con un intervento chirurgico.

PREVENZIONE: Se siete a rischio di ulcere, usare con cautela l’aspirina e l’ibuprofene.

Fonte: [http://health.nytimes.com/health/]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

1 commento su “Ulcera gastrica”

Lascia un commento