ZAXADIN Sciclone Pharmaceuticals (Timosina alfa-1)

ZAXADIN, Sciclone Pharmaceuticals

CATEGORIA: Farmaci antivirali

FORMA FARMACEUTICA: Polvere liofilizzata per soluzione iniettabile più una fiala solvente

PRINCIPI ATTIVI: Timosina alfa-1

INDICAZIONI: Indicato come coadiuvante della vaccinazione antiinfluenzale in soggetti immunocompromessi. Il prodotto va somministrato  per via sottocutanea o intramuscolare, una fiala due volte alla settimana per 4 settimane a partire dal tempo 0 (prima vaccinazione). Il medico deve stabilire la posologia ottimale in base al peso del paziente ed indentificare lo schema posologico adeguato.  Nelle malattie autoimmuni, l’opportunità della somministrazione di timosina alfa-1 va valutata caso per caso. Tenere il medicinale fuori dalla portata dei bambini .

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI: Ipersensibilità alla timosina o ad uno dei suoi eccipienti. L’utilizzo della timosina alfa-1 in pazienti soggetti a reazioni atopiche e/o allergichGli effetti secondari maggiormente riscontrati sono stati nausea, vomito, mal di stomaco e disturbi gastro-intestinali. A causa del limitato numero di pazienti con asma grave o con altre malattie respiratorie croniche, pazienti con malattie croniche instabili o pazienti immunocompromessi  che sono stati trattati, non è stato possibile dimostrare l’efficacia e la sicurezza di  Relenza in questi gruppi. L’esperienza clinica nei pazienti anziani è limitata. In ogni caso, se Relenza viene considerato appropriato per  pazienti con asma o broncopneumopatia cronica ostruttiva, il paziente deve essere informato del potenziale rischio di broncospasmo con Relenza e deve avere a disposizione un broncodilatatore a rapida insorgenza di azione. Non somministrare in gravidanza ed allattamento.

NOTE: Un’ arma in più contro l’influenza A, la temuta influenza suina è la timosina, una proteina scoperta negli anni ’70  che stimola il sistema immunitario, rendendolo più efficace contro il virus H1N1. Il dottor Goldstein sostiene che: “La timosina alfa 1 può’ aumentare il grado di protezione dal virus H1N1, in modo particolare in soggetti cosiddetti a rischio che, per la presenza di patologie concomitanti, hanno un sistema immunitario non perfettamente efficiente e quindi oltreché’ rispondere meno al vaccino risultano più’ esposti al rischio di complicanze gravi”. Inoltre, oltre che per l’influenza suina, la timosina sembra essere in grado di combattere altre malattie: trial di laboratorio hanno dimostrato la sua efficacia contro l’epatite B, l’epatite C, il melanoma e l’infezione da citomegalovirus nei pazienti trapiantati.

Altro farmaco antivirale per l’influenza: Tamiflu, Relenza

[Fonti principali: AAVV ,CarloAnibaldi.com, AAVV, Xagena.it, AAVV NewsFood.com ]

*Per ulteriori informazioni leggere il foglietto illustrativo. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento