Stress, vivi più sereno se dormi sul lato sinistro del letto

di Valentina Cervelli 2

Studi come quello che stiamo per presentarvi ci danno la misura di quanto molte cose per noi non importanti possano influenzare la nostra vita. Secondo una ricerca effettuata per volere di una nota catena di alberghi britannici, la Premier Inn, chi dorme dal lato sinistro del letto è più sereno e allegro del resto della popolazione: insomma, non soffre lo stress.

Fortuna? Coincidenza? Eppure a quanto pare il segreto sta nella parte del letto che si condivide con il coniuge. Ed in questo caso i risultati migliori a livello psicofisico si ottengono dormendo dalla parte sinistra. Si tratta di uno studio in piena regola dove i ricercatori hanno posto sotto indagine la maniera “di prendere la vita” di un certo numero di persone ed hanno confrontato i dati ottenuti con il luogo nel quale le stesse avevano famigliarità nel dormire.

Si è scoperto quini che il 25% degli individui che hanno una visione ottimistica della vita dormono tutte quante nel lato sinistro del letto matrimoniale. Al contrario, di tutti coloro che dormono nella parte destra del letto, solo il 18% ha sostenuto di essere ottimista ed avere una visione luminosa della propria esistenza.

Se questo non bastasse, si può passare alle dichiarazioni “accessorie”. I due terzi di coloro che dormivano a sinistra hanno infatti dichiarato di essere più calmi rispetto al partner, anche nel corso dei momenti di crisi. Non solo, chi dorme dalla parte sinistra del letto è anche più fiducioso nella vita e rispetto agli altri.

Non bisogna compatire però chi dorme alla destra del letto: sembra infatti che queste persone di media guadagnino di più sul luogo di lavoro, sebbene i “sinistri” siano più felici ed abbiano maggiore possibilità di possedere un lavoro fisso.

Insomma, dormire a sinistra non solo abbatterebbe lo stress, ma renderebbe più fortunate le persone in virtù del loro “positivo” atteggiamento alla vita.

Articoli Correlati:

Un gene ci spiega l’ottimismo ed il pessimismo

L’ottimismo fa bene al cuore

Fonte: La Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>