Home » MEDICINA ESTETICA » Liposuzione chimica: cos’è, controindicazioni e prezzi

Liposuzione chimica: cos’è, controindicazioni e prezzi

La liposuzione chimica, chiamata anche intralipoterapia, è un’alternativa non chirurgica per trattare la cellulite e gli accumuli di adipe. Si effettua con infiltrazioni di particolari soluzioni acquose ad azione lipolitica (in grado di sciogliere il grasso). Vediamo meglio di cosa si tratta, se esistono controindicazioni e qual è il prezzo.

Liposuzione chimica: cos’è

La liposuzione chimica rappresenta al momento la tecnica più efficace per il trattamento delle adiposità localizzate per chi non intende sottoporsi all’intervento chirurgico di lipoaspirazione, che richiede il ricovero e quindi di assentarsi dal lavoro e di sottoporsi ad un intervento in sala operatoria sotto anestesia locale. Questo metodo consiste nell’infiltrazioni di particolari soluzioni tramite iniezioni sottopelle, in grado di attraversare le membrane e di rompere le cellule adipose, determinando così lo scioglimento delle cellule di grasso.

Questo trattamento risulta efficace per il trattamento dell’adiposità localizzate nell’addome, fianchi, regione toracica, interno coscia e ginocchio, braccia, e anche in caso di doppio mento e borse palpebrali inferiori adipose. La liposuzione chimica si fa in un normale ambulatorio medico e non è necessaria alcuna preparazione particolare, di controllo o di esame.

I risultati si vendono già dopo 4-5 sedute, quindi un paio di settimane. Chiaramente, l’intralipoterapia non risolve definitivamente il problema della cellulite, che è per definizione un’infiammazione cronica e quindi è importante sempre tenerla sotto controllo anche attraverso la dieta in combinazione con l’esercizio fisico.

Liposuzione chimica: controindicazioni

Subito dopo il trattamento possono verificarsi gonfiore, prurito, arrossamento e ipersensibilità alla pressione, disturbi che tendono a scomparire nell’arco di qualche giorno. Al momento non sono stati segnalati effetti collaterali maggiori. La liposuzione chimica è controindicata in caso di:

  • Gravidanza e allattamento
  • Diabete
  • Patologie del microcircolo
  • Alcune malattie autoimmuni (sclerodermia, lupus eritematoso sistemico, ecc.)
  • Gravi malattie del fegato
  • Infezioni acute
  • Tubercolosi
  • Stato di adiposità grave generalizzata
  • Minori e bambini

Liposuzione chimica: prezzi

Il prezzo delle sedute, che durano 10-15 minuti, è variabile, ma si stima intorno ai 500 euro.

Photo Credit| Thinkstock

Lascia un commento