Fantacalcio pericoloso per la mente?

di Valentina Cervelli 0

Il fantacalcio pericoloso per la mente? Secondo uno studio condotto dall’Università inglese Nottingham Trent, pubblicata sulla rivista Human Behavior and Emerging Technologies la risposta sarebbe positiva. Anche un gioco così apparentemente semplice nasconderebbe delle insidie importanti nei confronti della salute mentale di chi gioca.

Fantacalcio causa di cambiamenti umore e ansia

La ricerca ha coinvolto un campione di 1995 giocatori provenienti da 96 paesi di tutto il mondo e ha studiato il comportamento tipico dei giocatori di fantacalcio entrando nello specifico per quel che riguardava l’effetto del campionato sull’umore, sui rapporti sociali e sulle abitudini dei partecipanti e i risultati hanno sorpreso gli scienziati. Prima di procedere va sottolineato che l’età media dei partecipanti allo studio era di 33 anni e il 96% era di sesso maschile.

Analizzando il loro comportamento attraverso un’intervista appositamente creata è stato possibile notare come il 24,6% del campione abbia subito un leggero peggioramento dell’umore per via della propria partecipazione al fantacalcio: ancor più interessante è stato registrare come questa percentuale salga in quelli che possono essere considerati i giocatori più forti, ovvero quelli che dedicano più tempo a questa competizione e che statisticamente rappresentano il 20,8% dei partecipanti allo studio. Tra di loro almeno il 34% ha ammesso di provare una lieve ansia nel giocare, legata alle aspettative e ai risultati da raggiungere.

Ancor più grave, circa il 37% ha ammesso che il gioco ha in qualche modo interrotto la loro vita diventando causa di quello che i medici che hanno condotto la ricerca hanno definito deficit funzionale.

Impatto negativo fantacalcio su salute mentale

Il fantacalcio è stato sempre visto come un passatempo innocuo di piccoli gruppi di giocatori che si divertivano a scontrarsi per vincere piccole puntate appositamente messe da parte. Con il passare degli anni e il coinvolgimento della rete e dei social network il campo di azione si è così ampliato che al gioco si sono andate ad aggiungere, come sottolineato dallo studio, una “miriade di complessi processi cognitivi, psicologici e sociali che possono avere un impatto negativo sulla salute mentale“. Parlando con il The Guardian del fenomeno, Luke Wilkins, uno degli autori dello studio ha spiegato:

Per molti allenatori virtuali vincere è difficile e la sconfitta può influire sull’umore di una persona. Il nostro studio mette in evidenza i benefici che il fantacalcio può portare, ma avverte anche sui potenziali aspetti negativi. Si dovrebbe fare di più per monitorare la quantità di tempo dedicata a questo gioco.

Il fantacalcio deve essere quindi approcciato nel modo giusto, cercando di evitare che diventi un ulteriore motivo di stress e di malessere nella vita delle persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>