Home » Medicina News » Alitosi: colpa della scarsa igiene e della cattiva digestione

Alitosi: colpa della scarsa igiene e della cattiva digestione

Non c’è solo la cattiva digestione all’origine dell’alitosi, anche la scarsa igiene orale contribuisce alla diffusione di questo sgradevole problema che affligge ben il 50% degli italiani (anche se forse sarebbe meglio dire che ad esserne vittima sono i loro interlocutori).

E se in alcuni momenti della giornata può essere normale avere l’alito pesante, si parla in questo caso di alitosi transitoria, lo stesso non può dirsi dell’alitosi persistente che può affondare le radici in carie o patologie del cavo orale ed essere causa di disagi relazionali.

A spiegarlo è l’odontoiatra partenopeo Domenico Monda che spiega come l’alitosi transitoria possa facilmente essere sconfitta mediante una buona igiene orale quotidiana che non trascuri la pulizia della lingua e si avvalga dell’utilizzo del filo interdentale per una pulizia più accurata dei denti.

Inoltre, aggiunge l’esperto, anche masticare qualche seme di cardamomo dopo i pasti può essere un valido ausilio contro l’alitosi. Mentre si il problema persiste è meglio rivolgersi a un medico.

4 commenti su “Alitosi: colpa della scarsa igiene e della cattiva digestione”

  1. Salve, vorrei avere, se è possibile, qualche informazione riguardo al mio problema di alitosi. Ultimamente durante la giornata ho spesse volte la gola secca e naturalmente questo mi provoca alito cattivo. Volevo sapere se il farmaco che ormai uso da diveri anni può essere causa di questo mio stato. Soffro di esofagite da reflusso e ciclicamente ma anche ogni volta che ne sento il bisogno, prendo delle pasticche di LUCEN.
    Queste possono essere causa di quanto mi sta succedendo? e in caso positivo basta solo limitare o evitare del tutto questo farmaco? in caso il farmaco non centrasse nulla cosa potrei fare?
    Grazie per quello che mi potrete dire.

    Daniele – Rimini

    Rispondi

Lascia un commento