Fissurazione menisco interno: artroscopia sì o no?

Richiesta di Consulto Medico su Fissurazione menisco interno: artroscopia sì o no
Buongiorno, ho 31 anni, peso 75 kg e sono alto 1,77 cm. Non pratico sport, a parte qualche sporadica passeggiata (anche in montagna), e non svolgo un lavoro usurante (fotografo professionista per aziende). Qualche giorno, fa dopo un piegamento casuale in casa, sono rimasto con il ginocchio bloccato. Così ho deciso di procedere con una risonanza magnetica. Questa ha evidenziato (cito il referto) una “sofferenza meniscosica di entrambe le fibrocartilagini meniscali che presentano assottigliamento delle giundizioni corpo-corno posteriore; a carico del corno posteriore del menisco interno si rileva fissurazione obliqua cui si associa disomogeneità del PAPI”. La Dottoressa che ha seguito la mia risonanza mi ha consigliato di consultare un Ortopedico e decidere il da farsi, ma prima di impelagarmi con pareri contrari o discordanti di vari specialisti vorrei chiarirmi le idee, e per questo scrivo. La “crepa”, risonanza alla mano, sembra essere di III grado e per questo mi chiedo, sarà da operare in artroscopia? E se sì, con quanta urgenza? Mi conviene andare al pronto soccorso sperando di essere fortunato oppure chiedere al medico di base di prescrivermi con “calma” una visita specialistica con un Ortopedico alla ASL? E nel frattempo cosa posso fare e cosa posso non fare? Attualmente utilizzo Vegetallumina 2/3 volte al giorno insieme a impacchi di ghiaccio. Non cammino normalmente, suppongo a causa (cito sempre il referto) di una “tendinosi del quadricipitale” e di una “minima quota fluida a livello dei recessi superiori”. Il fatto è accaduto 6 giorni fa e sono a riposo da allora. Grazie per la disponibilità.”

Dolore dopo artroscopia ginocchio, è normale?

Richiesta di Consulto Medico dolore dopo artroscopia ginocchio normale?
Dopo artroscopia del ginocchio con: asportazione di cartilagine semilunare del ginocchio e coblazione condrale del comparto meduale. Diagnosi finale: lesione a manico di secchia del menisco interno. Condropatia del piatto tibiale. Dato clinici: artroscopia, meniscectomia mediale, condroabrasione e coblazione condrale del piatto tibiale. Egr.Dr. e’possibile che abbia ancora dolore nella parte interna del ginocchio operato il 13.10.16? L’ortopedico dice che in ultima analisi dovrei fare delle protesi. Desidero se possibile un vostro cortese parere. Grazie anticipatamente.

Ginocchia, 3 esercizi per mantenerle in salute

Le ginocchia sono forse le articolazioni più importanti del nostro apparato scheletrico ed al contempo quelle che più di tutte rischiano di rimanere vittime di traumi ed usura. Vediamo insieme 3 esercizi che possono aiutare ad evitare problemi e la conseguente necessità di sottoporsi all’impianto di una protesi.

 

Distorsione ginocchio dx e lesione LCA, cosa fare, operare?

Richiesta di Consulto Medico
Salve nel periodo di novembre ho avuto una distorsione al ginocchio causata da una partita a calcetto…in ospedale mi danno 30giorni di riposo con ghiaccio; io vado da uno specialista ke mi richiede una risonanza magnetica con esito distorsione ginocchio dx con lesione lca edema da impatto cfe e piatto tibiale..mi danno un tutore per 30 giorni; vado a controllare di nuovo dopo questi 30 giorni e mi fanno un intervento in artroscopia del ginocchio e sinoviectomia del ginocchio con diagnosi: patologie della membrana sinovale dei tendini e delle borse, lesione inveterata del legamento crociato anteriore e altri due mesi di riposo e riabilitazione con rafforzamento del quadricipite………