Leiomiosarcoma uterino l’ ipertermia come terapia, funziona?

Richiesta di Consulto Medico
Mia moglie è stata operata di leiomiosarcoma uterino (le è stato asportato utero e ovaio dx) adesso ha una recidiva e le hanno prescritto una chemioterapia per ridurre la massa tumorale e successivamente effettuare l’intervento chirurgico, atteso che il leiomiosarcoma è un tumore raro con scarse percentuali di risposta della chemio mi chiedevo se utilizzando il calore (ipertermia ndr) le probabilità possono aumentare.

Carcinoma a cellule squamose, quale cura in paziente anziano e debilitato?

Richiesta di Consulto Medico
Buongiorno mia madre ha 87 anni ed è allettata da 7 anni di recente le è stato asportato un carcinoma a cellule squamose in zona inguinale le condizioni generali (calo ponderale , anemia, ecc)non hanno permesso di asportare i linfonodi se pur ingrossati non vi sono metastasi al fegato o ai polmoni il mio dottore ci sconsiglia sia la radio che la chemio viste l’eta che le condizioni generali della paziente lei che ne pensa ? vi è qualche forma di contenimento del male meno aggressiva? come si puo monitorare il decorso della malattia ? la ringrazio di cuore

Donne colpite dal tumore, laboratori di bellezza gratuiti

Riparte l’iniziativa a favore delle donne colpite dal tumore dell’Associazione La forza e il sorriso, che già da diversi anni organizza laboratori di make up gratuiti per le pazienti oncologiche. Un modo, come si legge sul loro sito, per far ritrovare alle donne in terapia antitumorale il sorriso davanti allo specchio e la forza dentro di sé.

Tumore al seno, otto italiane su dieci hanno vinto la battaglia

E’ la prima causa di morte femminile nei Paesi industrializzati tra le donne di età compresa tra i 35 ed i 44 anni. Solo in Italia i dati relativi al 2008 parlano di quasi 38.000 casi registrati. Parliamo del tumore al seno, per dire che oggi si guarisce, con una diminuzione della mortalità che nel nostro Paese ha toccato l’11, 2% negli ultimi cinque anni nelle donne al di sotto dei 49 anni.

La battaglia finora è stata vinta dal punto di vista fisico da oltre 400.000 donne italiane. Le ferite psicologiche sono invece più dure a rimarginarsi. La depressione colpisce sei pazienti su dieci. C’è poi la paura di riammalarsi come uno spettro che si aggira nelle vite di chi ha superato la malattia ma continua a convivere con il terrore di ripassarci. Il 30% delle guarite si sente meno femminile, con ripercussioni sulla vita di coppia, il 20% rileva cambiamenti nella vita sociale e familiare dopo il cancro.