Nodulo tiroide ed integratore guaranà per dimagrire

Richiesta di Consulto Medico su nodulo tiroide ed integratore guaranà per dimagrire
Gentili Dottori di MedicinaLive, ho 32 anni e vi scrivo per chiedervi, gentilmente, un parere in merito alla mia situazione. Ho scoperto da un anno di avere un nodulo tiroideo di 2,5 cm. Come da prassi ho fatto ecografia, ago aspirato (esito:TIR 3), e mi controllo ogni 6 mesi ripetendo analisi e visita. Prendo, tutte le mattine, dal lunedì al sabato, TICHE da 100 (simile all’eutirox), con solo un giorno di sospensione. E ad ogni controllo, almeno finora, il nodulo è rimasto fermo a 2,3 cm, non aumentando di dimensione. Per favorire la perdita di peso (dato che, nonostante la palestra e un’alimentazione abbastanza corretta sono sempre ferma a 84 kg per 1.60 m di altezza) consigliata dalla farmacista, assumo un integratore alimentare della FitLine, a base di guaranà, da prendere prima dei pasti (quindi tre volte al giorno). Ho chiesto se ci fossero stati problemi o interferenze con il nodulo e mi è stato detto di no ma ho letto su internet che c’è anche chi sostiene che prodotti a base di guaranà andrebbero evitati da chi soffre di patologie tiroidee. Devo dire che mi sto trovando bene e non vorrei sospenderlo. Ma ho paura che il nodulo, a causa di questo integratore, cresca di dimensione. Da premettere che non soffro di ipotiroidismo o di ipertiroidismo e che mi sono accorta del nodulo solo per caso da un ecografia fatta solo per controllo. Certa di un Vostro cortese e gentile riscontro, porgo i miei più cordiali saluti.

Mal di primavera, contro la spossatezza i rimedi naturali

Con l’arrivo della primavera si risveglia la natura, ma pardossalmente ci sentiamo tutti un po’ più stanchi, stressati e irritabili, tanto da far parlare gli esperti di sindrome del letargo o mal di primavera. I sintomi di questo malessere, infatti, si traducono in spossatezza e riduzione della capacità di concentrazione.

Integratori: le proprietà terapeutiche del guaranà

Il guaranà è un potente stimolante, ma non solo. Gli indios lo consideravano un frutto sacro, elisir di lunga vita e forse non avevano tutti i torti. I frutti prelibati di questa pianta rampicante tipica dell’area amazzonica, da sempre hanno dimostrato numerose proprietà terapeutiche: i semi in particolare, opportunamente preparati, danno origine ad un prodotto neurotonico, capace cioè di donare energia e vitalità, ma anche di alleviare i sintomi della  diarrea o i dolori mestruali.

E’ caratterizzato da un alto contenuto di caffeina, ma è anche ricco di polifenoli ed altre sostanze benefiche. Si prepara in modi diversi. In Europa  è possibile trovare il guaranà come integratore alimentare, in capsule, sotto forma di compresse o bastoncini. Oppure lo si può acquistare in polvere, liofilizzato: la punta di un cucchiaino, sciolta nell’acqua o in altri liquidi ha effetti strabilianti ed immediati.