Ictus, i diritti dei pazienti

L’ictus è una delle patologie più gravi che affligge la popolazione mondiale. Si tratta di una malattia cardiaca che colpisce 17 milioni di persone e causa la morte di 6 milioni di esse ogni anno. Il paziente colpito da ictus ha i suoi diritti: vediamo insieme quali sono.

La noia può facilitare la morte precoce

Si può davvero essere annoiati a morte? In un articolo che sarà pubblicato sull’International Journal of Epidemiology nel mese di aprile, gli esperti dicono che c’è la possibilità che una persona più annoiata, abbia più probabilità di morire presto rispetto ad una non annoiata.

Annie Britton e Martin Shipley dell’University College di Londra, spiegano che la noia da sola non è in grado di uccidere, ma potrebbe essere un sintomo di altri comportamenti a rischio come bere, fumare, assumere farmaci o avere un problema psicologico. I ricercatori hanno analizzato i questionari completati tra il 1985 e il 1988 di oltre 7.500 lavoratori londinesi di età compresa tra 35 e 55 anni. Ad essi è stato chiesto se si erano mai annoiati al lavoro durante il mese precedente.

Britton e Shipley hanno poi rintracciato il numero dei partecipanti, cercando di capire in quanti erano morti nell’aprile 2009, oltre 20 anni dopo il questionario. Coloro che hanno riferito che erano stati molto annoiati hanno avuto due volte e mezzo più probabilità di morire di un problema di cuore rispetto a coloro che non avevano riferito di essere annoiati.