Home » Allergie » Allergie primaverili, un aiuto dalla bacche di Goji

Allergie primaverili, un aiuto dalla bacche di Goji

Le bacche di Goji sono dei frutti orientali ricchi di vitamina C, zinco e fibre che rafforzano le difese immunitarie e aiutano a combattere le allergie e le malattie degenerative. Inoltre, contengono acidi grassi essenziali e sostanze antiossidanti quali zeaxantina, luteina e betacarotene, acerrimi nemici dei radicali liberi, coinvolti nei processi di invecchiamento cellulare.

Le bacche di Goji si trovano anche essiccate, o sotto forma di succo, e il loro sapore ricorda quello dei mirtilli. Uno studio condotto di recente, inoltre, ha dimostrato come questi frutti, che crescono spontaneamente nelle valli dell’Himalaya e in Cina, abbiano anche un’azione antinfiammatoria.

Queste piccole bacche di colore rosso sono un vero toccasana per il nostro organismo, poiché sono una fonte eccezionale di zinco e vitamina C. Inoltre, contengono 4 polisaccaridi (LBP1, LBP2, LBP3, e LBP4) in grado di regolare la risposta immunitaria, coinvolta nelle allergie primaverili. I polisaccaridi LBP, infatti, con i loro zuccheri essenziali (ramnosio, xilosio, glucosio, mannosio, arabinosio e galattosio) permettono alle cellule di comunicare l’una con l’altra in modo più efficace.

Nella medicina tradizionale cinese, le bacche di Goji, infatti, sono utilizzate come cura contro le allergie. Alcuni studi hanno confermato come questi frutti siano in grado di ridurre gli anticorpi generati come risposta all’allergene.

Le bacche di Goji fanno bene anche al nostro apparato gastrointestinale. Grazie alle fibre in esse contenute, infatti, favoriscono lo sviluppo della flora batterica. Questi frutti sono particolarmente ricchi di 2 importanti aminoacidi, la Glutammina e l’Arginina, che migliorano la capacità concentrazione, la memoria e le prestazioni fisiche.

Sembra, inoltre, che contengano un minerale dalle proprietà anti-tumorali, il germanio. Le bacche di Goji possono essere assunte anche sotto forma di tisana. Portate ad ebollizione il tè verde e aggiungete una manciata di bacche, fate bollire per qualche minuto e zuccherate con del miele. Le bacche, naturalmente, vanno mangiate.

Photo Credits|ThinkStock

Lascia un commento