Vaccino Moderna e J&J, nuovi avvisi Ema

Vaccino Moderna e J&J: l’Ema lancia due nuovi avvisi in merito a un paio di effetti collaterali che seppur rari, è giusto che vengano citati nel bugiardino delle formulazioni. Scopriamo insieme di cosa si parla.

Meningite: come superare la paura del vaccino

La meningite è una malattia molto invalidante: in alcuni casi è possibile curarla con facilità seguendo la giusta profilassi, in altri le sue forme fulminanti lasciano poco spazio a interventi, anche di tipo salvavita. Una cosa è certa, bisogna superare la paura del vaccino disponibile contro alcune sue tipologie.

Vaccini: i popcorn cotti al microonde li indeboliscono

Alcuni composti chimici utilizzati per i popcorn da cuocere nel microonde e per altre applicazioni (come ad esempio nei tessuti water-proof) ostacolano l’efficacia di alcuni vaccini. Lo denuncia uno studio effettuato presso l’Harvard School of Public Health di Boston, secondo cui i composti perfluorurati (PFC) possono danneggiare il fisico se assunti in alte concentrazioni.

Vaccino contro il tumore: parte sperimentazione umana negli Stati Uniti

Da molto tempo si parla di vaccino contro il cancro. Molte squadre di ricercatori hanno infatti focalizzato la loro attenzione sulla ricerca di una sostanza, un virus, un batterio in grado di bloccare e prevenire la proliferazione di cellule cancerose all’interno dell’organismo umano. Il Roswell Park Cancer Institute, negli Stati Uniti ha in queste ore reso pubblico l’inizio del trial di sperimentazione umana del vaccino dendritico contro la patologia.

Cancro: si curerà con un vaccino?

Oggi esistono vaccini per quasi tutte le malattie, dunque perché non realizzarne uno per il cancro? Ci hanno pensato i ricercatori dell’Università della Georgia, negli Stati Uniti, che hanno reso noto di aver realizzato un vaccino che per ora ha mostrato di funzionare solo sui topi. Questo dovrebbe prevenire il cancro al seno, al colon, alle ovaie e al pancreas, e almeno teoricamente dovrebbe funzionare anche sugli esseri umani.

Vaccino antinfluenzale: arriva Laiv, quello nasale

Con l’arrivo della stagione fredda anche l’influenza raggiunge man mano il suo picco. Per ovviare al problema ogni anno parte una campagna di vaccinazione mirata, ma spesso le famiglie tendono a non usufruirne (è un dato di fatto, n.d.r.) per paura di effetti collaterali e per paura di reazioni locali alla puntura. A breve questo problema verrà superato, con l’entrata in vigore dell’utilizzo di Laiv, un vaccino somministrabile per via nasale.

Vaccini, il loro futuro nella biologia sintetica

Il futuro delle vaccinazioni potrebbe celarsi nella capacità dell’uomo di aumentare le proprie conoscenze nel campo della biologia sintetica. Una considerazione che deve essere fatta basandosi sullo studio presentato dal biologo Jef Boeke e dai suoi studenti dell’Università  John Hopkins di Baltimora alla rivista Nature e sulle ricerche da loro effettuati in merito ai cromosomi ed alla capacità di essere in grado di lavorare geneticamente sulla materia organica.

Vaccino antinfluenzale: 300.000 dosi ritirate dal mercato per gli effetti collaterali

300.000 dosi di vaccino antinfluenzale stanno per essere ritirate dal commercio nelle farmacie e negli ambulatori di mezza Europa. L’allarme arriva dalla MHRA, l’agenzia per la regolamentazione dei medicinali e prodotti sanitari del Regno Unito ed il farmaco incriminato è il Prefucel, con particolare riferimento ad un lotto distribuito il mese scorso. In seguito alle ultime vaccinazioni una vasta percentuale di pazienti ha lamentato mal di testa affaticamento e dolori muscolari, effetti collaterali comuni anche ad altri vaccini per combattere l’influenza, ma non con percentuali così alte di segnalazioni.

Ma il vaccino BCG per la tubercolosi funziona? E che durata ha?

Ma il vaccino BCG per la tubercolosi funziona? E che durata ha?Belle domande vero? In quanti ce le saremo poste in questi mesi in cui si è parlato lungamente di rischio tubercolosi e probabili epidemie anche in Italia? La risposta ad ambedue i quesiti potrebbe essere NI. Mi spiego meglio. Attualmente il vaccino che si utilizza è il BCG che prende il nome dai suoi inventori Albert Calmette e Camille Guérin (Bacillo di Calmette-Guérin) che lavoravano presso l’Istituto Pasteur, in Francia. Stiamo parlando di un secolo or sono.

Influenza stagionale 2011, al via la nuova (ma vecchia) campagna di vaccinazione

Inizierà a metà ottobre la nuova campagna di vaccinazione contro l’influenza stagionale 2011-2012 e si protrarrà come sempre fino alla fine dell’anno. Le raccomandazioni per la prevenzione ed il controllo dell’epidemia sono state diffuse già nel mese di Agosto, attraverso una circolare del Ministero della salute. Anche in questa occasione, secondo i dati raccolti dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) il vaccino preventivo conterrà antigeni a più ceppi virali, compreso quello ex pandemico del virus A/H1N1 che assolutamente non deve mettere in allarme.

Tubercolosi, c’è un prototipo di vaccino

Buone notizie in arrivo sul fronte della tbc. Io ricercatori dell’Albert Einstein College of Medicine, dell’Howard Hughes Medical Institute e della Colorado State University hanno reso noto di avere messo a punto un prototipo di vaccino contro la tubercolosi. Il preparato, come spiegano i risultati della ricerca pubblicata su Nature Medicine, deve essere migliorato, ma può rappresentare sicuramente un ottimo punto di partenza per una eventuale vaccinazione umana funzionante.

Vaccino anti-H1N1 l’Ema raccomanda alcune restrizioni

Vaccino anti-H1N1, da evitare sotto i 20 anni? Sorpresa? Non per tutti, l’Ema (European medicines agency) nei giorni scorsi ha diffuso un documento ufficiale in cui “si raccomanda una restrizione”per l’uso del vaccino anti-influenza A (H1N1) Pandemrix della GlaxoSmithKline. Tale suggerimento riguarda i giovani ed i bambini e specifica che tale farmaco andrebbe usato solo in caso di indisponibilità del vaccino trivalente contro l’influenza stagionale e solo in caso di categorie fortemente a rischio nell’eventualità di infezione da virus H1N1.