Home » COSTUME & SOCIETA' » Costume e Società » Farmaci essenziali da portare in vacanza

Farmaci essenziali da portare in vacanza

Nel boom della sta­gione estiva, tra vacanze pro­grammate e last minute, la valigia è lì, sempre in attesa di partire e senza tante pretese. Che, con le complici temperature, diventa una scioc­chezza da fare e disfare: co­stumi, pareo, infradito e due cambi per uscire la sera, già ba­stano per godersi un soggiorno di relax. Solo un’unica atten­zione, quella fondamentale, prima di staccare la spina: ricor­darsi di portare con sé alcuni far­maci e rimedi utili per un primo pronto soccorso.

Una piccola accortezza che può salvarvi la vacanza, tenendo sotto controllo gli insidiosi di­sturbi tipici dell’estate. Una sorta di piccola Farmacia da viaggio, da preparare soprattutto quando si effettua un soggiorno al­l’estero, dove oltre al problema di reperire gli stessi farmaci, si po­trebbe avere la sorpresa di tro­vare prodotti simili ma con composizione o dosaggio di­verso. Ricordandosi comunque di portare sempre con sè una scorta di farmaci che devono es­sere assunti abitualmente, se si soffre di patologie croniche. Se si rimane in Italia non è un problema, una farmacia sarà sempre a portata di mano, ma siccome i piccoli disturbi sem­brano sempre pronti a manife­starsi quando meno ce lo si aspetta, basta giocare d’anticipo, ricorrendo all’automedicazione, laddove è possibile ma senza abusarne, mettendo in valigia i cosiddetti “farmaci salvagente” , come ad esempio gli antidolorifici e gli antipiretici utili in caso di episodi febbrili, anti­staminici per le punture d’insetto e i sintomi di eventuali reazioni allergiche.

In vacanza, dove ci si concede qualche vizio in più, può tornare utile portare con sè com­posti di alluminio e magnesio, ci­trati di sodio e acido citrico cui fare ricorso in caso di acidità ga­strica. Nel malaugurato caso vi assalga il mal di denti, un clas­sico disturbo che si riaffaccia in vacanza, possono invece esservi di grande aiuto anestetici locali a base di benzocaina, amilocaina, lidocaina, o procaina. Infine, ma non dimenticatelo, soprattutto se viaggiate con i bam­bini, mettere in valigia del disinfettante per le piccole ferite e, se l’ambiente è provvisto di condi­zionatori, un antisettico del cavo orale per alleviare fastidiosi mal di gola, spesso dovuto agli sbalzi di temperatura quando si entra ed esce da locali climatizzati.

 Naturalmente tenete ben presente che nella “valigia salvagente” oltre ai farmaci da banco, che non ne­cessitino di prescrizione (ma sono pur sempre medicinali e vanno as­sunti solo se strettamente neces­sario e con molta cautela per disturbi di salute comuni e facil­mente riconoscibili) vi serviranno anche farmaci che necessitano della richiesta del medico, col quale è bene consultarsi prima di partire. Altra attenzione: leggete sempre il foglio illustrativo dove troverete in­dicazioni, controindicazioni ed ef­fetti collaterali e rivolgetevi prontamente ad un medico nel caso il disturbo dovesse protrarsi.

 Allo stesso modo chiedete consi­glio al medico o al farmacista, in caso di dubbi o perplessità circa l’opportunità di assumere un de­terminato farmaco in condizioni particolari (interazioni con altri far­maci, gravidanza ecc.). Attenzione: se la destinazione è extraeuropea, magari esotica, ser­vono maggiori precauzioni: è bene informarsi su vaccinazioni e profi­lassi richieste nei vari Paesi, prima di partire. Chiedere dunque al pro­prio medico curante un consiglio sui farmaci più adeguati al proprio caso e alla vacanza.

Lascia un commento