La felicità è contagiosa se gli amici sono vicini di casa

di Redazione 2

Se avete la fortuna di abitare vicino a degli amici a voi molto cari che stanno vivendo un periodo della loro vita particolarmente felice, sarete a vostra volta contagiati, nel senso letterale del termine, dalla gioia. E’ la singolare scoperta compiuta da un team di ricercatori della Harvard Medical School e dell’Università della California a San Diego.

Lo studio, pubblicato dall’autorevole rivista di divulgazione scientifica British Medical Journal, è stato coordinato da Nicholas Christakis e si fonda sui dati raccolti da un campione di americani già testati per un’altra indagine, il Framingham Heart Study, volto a testare la salute del popolo d’oltreoceano. Gli individui reclutati per la ricerca, 5124 persone, di età compresa tra i 21 e i 70 anni, sono stati seguiti dagli studiosi per un periodo di tempo abbastanza lungo, esattamente dal 1971 al 2003.

All’interno di questo campione di soggetti adulti, i ricercatori hanno evidenziato ben 53.228 relazioni sociali, limitando la nuova indagine agli uomini e alle donne che avevano una qualche connessione di tipo sociale l’uno con l’altro. In tutto, dunque, sono state messe sotto analisi e impiegate per lo studio di Cristakis 4739 persone, seguite dagli studiosi dal 1983 al 2003. A quanto emerge dai dati raccolti e dall’analisi delle abitudini, della vita sociale e dell’umore dei partecipanti, sembra che la felicità possa trasmettersi tra amici e conoscenti che abitano vicini, in un rapporto inversamente proporzionale. Maggiore sarà la distanza tra i nostri cari che vivono un periodo sereno, minori saranno le chances di vivere  a nostra volta un momento felice.

Se il nostro amico felice abita a meno di mezzo miglio di distanza, circa 800 metri, ed è dunque un vicino di casa abbiamo la possibilità di essere felici e di farci contagiare dal buon umore, con una percentuale del 42% in più rispetto a chi vive lontano dai propri cari. Non osiamo immaginare cosa accada quando il nostro amico vicino sia triste o attraversi un brutto momento, e questo d’altra parte non è specificato dalla ricerca, speriamo soltanto non valga anche il contrario!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>